Milan, banca rifiuta fideiussioni: a rischio gli acquisti di Bonucci e Biglia

fassone milan
© foto www.imagephotoagency.it

I conti del Milan non tornano: due le strade per dribblare gli ostacoli bancari

Il Milan è a caccia di garanzie per blindare le fideiussioni necessaria all’acquisto di Leonardo Bonucci e Lucas Biglia. I rossoneri, come riporta Calcioefinanza.it, si è rivolto al Banco BPM che però ha dato una risposta negativa. I conti in rosso del club non permettono all’istituto di credito di concedere fideiussioni. Non si tratta di “no” nei confronti del Milan ma secondo le norme che regolano il credito qualsiasi altra banca avrebbe rifiutato la fideiussione a qualsiasi altra squadra di calcio che si trovi nella situazione dei rossoneri. Una condizione che è comune a molti club di Serie A che hanno bilancio spesso in passivo e per questo, di solito, si forniscono altri asset in garanzia per le banche: immobili, percentuale sui futuri ricavi o altro.

Il problema è che il Milan ha tutti gli asset impegnati per garantire il prestito ricevuto dal fondo statunitense Elliot per questo Banco BPM ha proposto due alternative: sottrarre uno degli asset a garanzia per Elliot spostandolo sulle nuove fideiussioni oppure trovare una banca internazionale che controgarantisca per il Milan. Il tempo però stringe perchè secondo il nuovo regolamento della FIGC prevede che, per gli acquisti effettuati entro il 31 luglio, le garanzie bancarie devono essere depositate entro l’11 agosto pena l’annullamento delle transazioni. In soldoni significa che se non arrivano in tempo le fideiussioni rischiano di saltare i trasferimenti di Bonucci e Biglia. Una grana che il Milan sta provando a dribblare in tutti i modi.