Montolivo: “Sono il capitano, resto qua a lungo”

© foto www.imagephotoagency.it

Riccardo Montolivo, centrocampista e capitano della Fiorentina, ha parlato del proprio futuro in viola e della stagione in procinto di partire. Prime parole, a La Repubblica, sull’impatto con Mihajlovic rispetto a Prandelli: “Un taglio netto, ma è meglio così. Con Mihajlovic ho parlato un paio di volte al telefono prima del Mondiale, poi ci siamo visti qualche giorno a Cortina. Ha voglia di fare una grande Fiorentina, ha un progetto e sta cercando di trasmetterci la sua convinzione”. Queste, secondo Montolivo, le potenzialità  della squadra: “Siamo più forti dellÃ?´anno scorso e non abbiamo le coppe europee, daremo del filo da torcere a tutti. Le quattro grandi sono ancora più forti di noi, ma se hanno unÃ?´incertezza noi dobbiamo essere pronti a inserirci. Dipende tutto da noi”. Il discorso si sposta poi sul gruppo: “LÃ?´entusiasmo non mancherà  e sono sicuro che anche i tifosi continueranno a seguirci”. Non può mancare riferimento al ruolo, in un possibile centrocampo a tre: “Non mi piace giocarci? Mi sono arrabbiato molto quando ho letto quelle cose. per me il modulo non è un problema, sono a disposizione dellÃ?´allenatore. D’Agostino? à? un ottimo giocatore, però non cÃ?´è solo lui. In mezzo al campo siamo in tanti e tutti bravi, non sarà  facile per Mihajlovic decidere”. Parole poi sul rinnovo: “Il mio contratto scade fra due anni, quindi non cÃ?´è fretta. Speriamo di trovare un accordo. Sono il capitano della Fiorentina e voglio rimanerlo a lungo. Da qui non me ne vado”. Ultime parole sui compagni di squadra Vargas: “Per noi è un giocatore importante, sono convinto che rimarrà  alla Fiorentina” e Mutu: “Può essere il valore aggiunto. Ha dentro tanta rabbia, farà  grandi cose”.