Napoli-Fiorentina, Ancelotti: «Insigne benissimo, difficile fare la formazione»

Ancelotti
© foto www.imagephotoagency.it

Nel post partita di Napoli-Fiorentina l’allenatore Ancelotti ha sottolineato l’ottima prestazione di Insigne e afferma che molti giocatori poco utilizzati presto si faranno valere

Carlo Ancelotti, tecnico del Napoli, ha parlato ai microfoni di Sky Sport alla conclusione del match vinto dagli azzurri per 1 a 0 contro la Fiorentina grazie al gol di Lorenzo Insigne al 79esimo. L’ex allenatore del Chelsea ha sottolineato che “Il Magnifico” ha fatto un’ottima partita nonostante abbia giocato in una posizione diversa da quella usuale e come molti giocatori che non hanno ancora dimostrato il loro valore lo faranno in tempi brevi.

«La partita è stata fatta come volevamo anche se non a livello eccezionale. – ha detto Ancelotti – Nel primo tempo qualche passaggio sbagliato di troppo. Era necessario sbilanciarsi per provare a vincerla. A Genova non eravamo malati ma avevamo un piccolo raffreddore. Dobbiamo evitare che risucceda. Insigne? Ha fatto molto bene, veniva da un periodo dove non aveva espresso le sue qualità. Oggi ha giocato in una posizione leggermente diversa e mi è piaciuta tantissimo. Sarà sicuramente un vantaggio per noi»

Il tecnico partenopeo ha poi analizzato la partita più nel dettaglio: «Nel primo tempo abbiamo cercato ampiezza con Mario Rui e Callejon, scegliendo di puntare sul primo con Insigne e Mertens tra le linee e Callejon un po’ più largo. Nel primo tempo è mancato un po’ l’attacco alle spalle della difesa della Fiorentina. L’ho messo centro-destra davanti per giocare 4-4-2. Oggi siamo stati equilibrati ed efficaci, anche se non sempre. Normale all’inizio della stagione ma l’importante è che i giocatori siano consapevoli e convinti di farlo e che piano piano si faccia sempre al meglio. Sono contento della partita di oggi, ho visto riuscire situazioni provate venti minuti».

Infine, Ancelotti si è espresso su alcuni singoli e il prossimo impegno del Napoli in Champions League contro la Stella Rossa di mercoledì 18 settembre: «Zielinski? Per arrivare al livello di De Bruyne deve crescere, ma ha ottime qualità. Ci sono giocatori forti che non stanno giocando, come Ruiz e Rog. Oggi ha giocato molto bene Maksimovic. Fare la formazione è abbastanza complicato. Ritorno in Champions? Bello, piacevole, eccitante, entusiasmante. Abbiamo un girone difficile e cerchiamo di iniziarlo bene».