Connettiti con noi

Focus

Napoli Juve, Koulibaly kryptonite bianconera: dallo Stadium al Maradona, sognando lo scudetto

Pubblicato

su

Napoli Juve Koulibaly

Kalidou Koulibaly ha deciso di nuovo un match tra Napoli e Juventus, confermandosi bestia nera della squadra di Allegri

Dallo Stadium nel 2018, al Maradona nel 2021. Sono passati tre anni, è cambiato lo stadio, ma l’importanza di chiamarsi Kalidou Koulibaly in un Napoli-Juventus non è mai da mettere in secondo piano. Anche questa volta, tre anni dopo, il senegalese risulta decisivo per il successo degli azzurri contro i rivali di sempre bianconeri. Questa volta non di testa, ma sempre da calcio d’angolo a suggellare un dominio della squadra di Spalletti durato per quasi tutti e 90′ minuti. Il Napoli ha messo sotto la Juventus sin dal fischio d’inizio, inciampando solo sulla frittata di Manolas che ha consegnato a Morata il pallone dell’1-0 piemontese. Ma gli azzurri hanno carattere da vendere. Non si sono disuniti, hanno rimesso insieme quelle idee mai perse e nella ripresa hanno ribaltato i bianconeri, parsi però ancora lontani dalla miglior condizione e dalla migliore amalgama di squadra. Pareggio di Politano sull’ennesimo errore di Szczesny e poi KKKalidou Koulibaly a far esplodere uno stadio Maradona che non si è fermato un attimo per sostenere i proprio beniamini.

KOULIBALY E LO SCUDETTO – Così come il gol allo Stadium nel 2018 aveva portato il Napoli a -1 dalla Juventus capolista, così questo del Maradona porta gli azzurri a +8 dai bianconeri e scava un solco profondissimo tra le due squadre. È vero, il campionato è ancora alla terza giornata ma i valori visti in campo confermano la distanza a livello di punti tra gli uomini di Spalletti e quelli di Allegri. Per parlare di scudetto è, ovviamente, troppo presto ma con questo successo firmato da Koulibaly, ormai vera e propria kryptonite per i bianconeri, il Napoli entra di diritto tra le papali concorrenti alla vittoria finale. Le rivali sono avvisate.