Napoli, Milik furioso: «Il gol mancato? C’era troppo vento, è facile parlare dal divano di casa»

Napoli, Milik furioso: «Il gol mancato? C’era troppo vento, è facile parlare dal divano di casa»
© foto www.imagephotoagency.it

L’attaccante del Napoli, Arkadiusz Milik, ha commentato la partita di ieri sera infuriandosi per le critiche nei suoi confronti 

Il Napoli esce dalla Champions a testa alta. Ieri sera, la sconfitta di Liverpool è stata decisiva per le ambizioni Champions dei partenopei che ora si dovranno accontentare dell’Europa League. Ad Anfield però, non arrivava per poco, nei minuti finali, il gol del clamoroso pareggio di Milik che si è mangiato il gol a due passi dalla porta. Su questo episodio si è concentrata l’intervista di oggi a Polsat Sport. Ai microfoni della tv polacca, l’attaccante del Napoli ha così raccontato: «Il mancato gol? All’inizio volevo evitare di essere anticipato perché sapevo che poteva arrivarmi la palla. In definitiva, non so se la palla è stata prolungata da un giocatore della nostra squadra o da uno del Liverpool. Sono riuscito a malapena a calciare e ho colpito istintivamente. Mi sembra che Allison abbia accorciato bene su di me e, sfortunatamente, non sono riuscito a superarlo».

«Errore mio? Dipende da quale prospettiva viene valutata la situazione, se dal divano di casa o dal campo. In una situazione come quella, non c’è tempo per pensare con calma. Dovevo prendere una decisione all’istante. Sfortunatamente siamo fuori dalla Champions League. Il Liverpool ha creato così tante opportunità che avrebbe potuto punirci con un passivo più pesante, anche se è noto che il calcio è imprevedibile. Dobbiamo guardare oltre, abbiamo molti incontri in Serie A e in Europa League davanti a noi, e ci stiamo concentrando anche su questo. Ho cercato la girata, ma non ho impattato benissimo. C’era molto vento e credo abbia inciso. Peccato, era una occasione importante per noi».