Connettiti con noi

Napoli News

Tra Maradona e Osimhen ci sono 3 giorni di differenza

Pubblicato

su

Dopo 11 vittorie consecutive, tra campionato e Champions League, diventa automatico per il Napoli di Spalletti continuare a sognare in grande. E la vittoria all’Olimpico, sebbene contestata da Mourinho che riteneva più corretto un pareggio per gli eventi dei 90 minuti, non può non far pensare allo scudetto tutto il popolo partenopeo. Anche se magari resta una parola proibita, il Napoli è in testa da solo da un po’ di giornate e il suo passo inizia a sgranare la concorrenza.

Se poi si volessero osservare i segni del destino – e come non farlo? – e si guardasse indietro all’anno del primo scudetto, ci si renderebbe conto e ci si allieterebbe per la coincidenza proposta proprio da Roma-Napoli. Anche all’epoca, infatti, gli azzurri sbancarono l’Olimpico
con un 1-0, maturato in anticipo rispetto a ieri sera perché la rete della vittoria venne realizzata al secondo minuto della ripresa. Stessa porta, lato diverso ma gol dagli aspetti simili. Bruino Giordano a suggerire in profondità come Matteo Politano. E al posto del destro da favola di Osimhen, il sinistro fatato di Maradona a regalare un’altra delle sue magie.

Attenzione alle date: 26 ottobre 1986 e 23 ottobre 2022. Anche quel Napoli era già in testa, sebbene insieme alla Juventus campione in carica, che avrebbe battuto successivamente. Spalletti si è già messo avanti con il lavoro, sconfiggendo il Milan scudettato in casa sua. Le somiglianze iniziano a essere troppe per non pensare che…

News

video

Copyright 2021 © riproduzione riservata Calcio News 24 -Registro Stampa Tribunale di Torino n. 47 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - P.I.11028660014 - Editore e proprietario: Sport Review s.r.l.