Nasce la società Lazio – 9 gennaio 1900 – VIDEO

Il 9 gennaio 1900 viene fondata la società Podistica Lazio sotto la guida del sottufficiale dei Bersaglieri Luigi Bigiarelli

La S.S. Lazio vede i suoi albori il 9 gennaio 1900 a Roma. Originariamente nota come Società Podistica Lazio, si trasforma nel giro di breve tempo nell’attuale polisportiva nota soprattutto per la sua sezione calcistica. Fondata da quindici atleti guidati dal sottufficiale dei Bersaglieri, Luigi Bigiarelli, è stata la prima società di calcio italiana a quotarsi in borsa, seguita da Roma e Juventus.

Una storia ultracentenaria quella dei biancocelesti, che ha raccolto negli anni un discreto numero di trofei di valore nazionale e internazionale. Ha preso parte a 76 edizioni delle 87 disputate nella Serie A a girone unico, vincendo due campionati rispettivamente nel 1974 e nel 2000, quest’ultimo proprio in corrispondenza del centenario. Vanta anche nel proprio palmares diverse coppe nazionali, ma soprattutto la Coppa delle Coppe 1998-99 e la Supercoppa UEFA 1999 che segnano l’apice dei trionfi biancocelesti.

L’esordio in Serie A e i primi successi

La Lazio partecipa al primo campionato di Serie A nel 1929, dopo essere stata l’unica società nel 1927 a resistere alla volontà del regime fascista di riunire tutte le squadre di Roma in un unico club, quello che in seguito sarebbe diventato l’AS Roma. Alla Lazio hanno fatto tappa innumerevoli campioni, come l’icona del calcio Silvio Piola, che per nove anni trascinerà i biancocelesti pur non riuscendo mai ad andare oltre il secondo posto della stagione 1936-37.

Nel 1958 arriva il primo trofeo ufficiale, la Coppa Italia che fa seguito alle due retrocessioni nel 1961 e 1971, anno del ritorno in A. Il cuore della Lazio Anni ’70 è rappresentato dal capitano Pino Wilson, i centrocampisti Re Cecconi e Frustalupi, il bomber Chinaglia e il tecnico Tommaso Maestrelli. Sotto la presidenza di Papà Umberto Lenzini, i biancocelesti conquisteranno il loro primo storico Scudetto nella stagione 1973-74.

Gli scandali scommesse e la crisi degli Anni ’80

Negli Anni ’80 la società deve far fronte a due scandali per scommesse illecite – Totonero e Totonero bis – che le costano due volte la retrocessione, con la Serie C sfiorata nel 1986. L’intervento di Sergio Cragnotti a rilevare la società nel 1992 restituirà linfa vitale e soprattutto successi ai biancocelesti, che sotto la sua presidenza otterranno il maggior numero di trofei sul piano italiano ed europeo. Erano gli anni delle Sette Sorelle: la Juventus di Agnelli, il Milan di Berlusconi, l’Inter di Moratti, la Fiorentina di Cecchi Gori, la Roma di Sensi, il Parma di Tanzi e, ultimo ma non meno importante, proprio la Lazio di Cragnotti, capace di insidiare i grandi campioni presenti in queste formidabili squadre rivali.

La presidenza Cragnotti e l’arrivo di Lotito

Cragnotti batte ripetutamente i record di valutazioni del calciomercato, acquistando giocatori del calibro di Veron, Vieri e Crespo. I risultati arrivano presto sotto la guida del tecnico Eriksson. Le due Coppe Italia del ‘98 e del 2000, accompagnate alle rispettive Supercoppe italiane, si accompagneranno allo storico Scudetto del 2000 e alla vittoria della Coppa delle Coppe del 1998. La Lazio sfiorerà anche la conquista della Coppa Uefa, sfumata in finale contro l’Inter di un certo Ronaldo. Sembra l’inizio di un grande ciclo di successi, ma nei primi anni Duemila, a causa dei problemi finanziari del presidente Cragnotti, il club rischia la bancarotta. Verrà salvato nel 2004 da Claudio Lotito, attuale presidente capace di restituire lustro alla società nonostante il coinvolgimento nello scandalo Calciopoli.

La Lazio si collocherà in pianta stabile tra le principali forze del campionato, conquistando ripetutamente gli accessi alle coppe europee e sollevando altri trofei nazionali, come la Coppa Italia e la Supercoppa italiana nel 2009. Nel 2013, quindi, arriva la sesta Coppa Italia, successo storico maturato nella finale contro la Roma, battuta per 1-0. Infine nel 2017, sotto la guida del tecnico Simone Inzaghi, la Lazio riesce ad aggiudicarsi la quarta Supercoppa italiana della sua storia.


Il contenuto video fa parte della serie web Almanacco del Calcio, prodotto da Sport Review srl.