Ozil: «Mourinho mi diede del codardo, ma mi affascinava e devo ringraziarlo»

ozil arsenal
© foto www.imagephotoagency.it

Mesut Ozil e il racconto del rapporto con Mourinho ai tempi del Real Madrid: le dichiarazioni nella sua autobiografia

Mesut Ozil e José Mourinho, un rapporto tormentato. Il giocatore dell’Arsenal, nella sua autobiografia, ha raccontato un episodio tra lui e il tecnico portoghese ai tempi del Real Madrid; « Pensi che bastino due passaggi buoni, di essere così bravo che è sufficiente dare il 50%? Vuoi abbandonare? Sei un codardo…» lo incalzò Mourinho. Il centrocampista – nello stralcio riportato da Bild – gli rispose di tutto tono: «Se sei così bravo, gioca tu. Eccola, mettitela e buona fortuna». Ozil ha raccontato che dopo la furiosa lite Mourinho lo mandò a farsi la doccia, dicendo che la squadra non aveva bisogno di lui, sottolinenando però anche l’importanza che ebbe per lui quel ‘richiamo’: «Lo ringraziai per avermi aperto gli occhi e avermi mostrato le mie debolezze, in quel momento l’ho odiato anche se in realtà mi affascinava». Poi, anche un aneddoto sul mancato trasferimento al Barcellona: «Guardiola non prese parte alle trattative perché in vacanza, non mi inviò alcun segnale e alla fine dissi no al Barcellona per colpa del suo comportamento. Mourinho, invece, lottò molto per avermi, fu molto convincente e affettuoso, per questo scelsi lui e il Real Madrid».