Fiorillo, arrestato il padre per aver fornito armi a malviventi

Fiorillo, arrestato il padre per aver fornito armi a malviventi
© foto www.imagephotoagency.it

Silvio Fiorillo, padre dell’estremo difensore del Pescara, è stato arrestato perchè accusato, insieme ad altre due persone, per aver fornito armi ad altre persone per un agguato

Giorni difficili per Vincenzo Fiorillo, estremo difensore del Pescara con un passato tra Livorno, Reggina, Spezia e Sampdoria. Secondo quanto riporta Sampnews24.com, il padre Silvio è stato arrestato lo scorso sabato: l’accusa è di essere coinvolto, insieme ad altre due persone, in un sospetto agguato armato. Secondo gli inquirenti Silvio Fiorillo, con precedenti di truffa e ricettazione alle spalle, avrebbe fornito le armi ai malviventi per mettere in atto il piano prestabilito. L’inchiesta del pubblico ministero Federico Manotti ha portato anche all’estero di Massimo Lombardi e di Sebastiano Colosimo, mentre una terza persona è riuscita a scappare al momento dell’arrivo degli agenti e possiede un documento falso: i tre al momento dell’arrivo delle forze dell’ordine stavano dormendo in una macchina e dentro a un borsone sono stati ritrovati numeri di telefono ed indirizzi. Brutte notizie extra-campo dunque per l’estremo difensore della formazione di Zdenek Zeman, al lavoro in ritiro per preparare la nuova stagione di Serie B e con l’obiettivo di trovare subito la massima serie dopo la retrocessione della scorsa annata calcistica.