Pecchia: «Il merito è di tutti i ragazzi che sono stati grandissimi»

pecchia
© foto www.imagephotoagency.it

La parte scaligera di Verona oggi festeggia per la vittoria nel derby di Tim Cup e prende consapevolezza delle proprie possibilità.

E’ ripreso questa mattina, tra i festeggiamenti, l’allenamento dell’Hellas in vista della partita di campionato di lunedì sera contro il Genoa.

La squadra, agli ordini dell’allenatore Fabio Pecchia, si è divisa in due gruppi: chi è sceso in campo contro il Chievo ha svolto lavoro defaticante, mentre gli altri hanno effettuato lavoro di forza in palestra e trasformazione sul campo, prima continuare la seduta con possesso palla e partitella. Sono tornati ad allenarsi con il gruppo Cerci, Ferrari e Kean. Lavoro differenziato per Pazzini. Assente Souprayen, in regolare permesso concesso dalla società.

Ma tra giocatori e staff ancora c’è oggi negli occhi il passaggio del turno di Tim Cup con la vittoria conquistata ieri sera ai rigori contro i cugini del Chievo. La soddisfazione di mister Pecchia è quasi incontenibile. «E’ una grandissima soddisfazione per il gruppo perchè è merito di tutti i ragazzi soprattutto di coloro che in questi mesi hanno avuto poco spazio e che si sono impegnati molto. Sono felice di tutti perchè non è semplice giocare contro il Chievo, ma non voglio parlare dei singoli perchè tutto il gruppo ha voluto soffrire assieme e si sono tenuti aggrappati al pareggio che poi ci ha portati al passaggio del turno. Tutti hanno dato prova di una grande compattezza. Da domani si pensa al Genoa. Adesso abbiamo necessità di recuperare tutti i giocatori della rosa e poi conquistare punti in campionato».

E sul battibecco scaturito tra le due panchine, la versione di Pecchia è diversa da quella del collega Maran: «Non mi pareva che il pallone fosse stato messo fuori apposta, ma se mi renderò conto che non è così chiederò scusa».