Connettiti con noi

Genoa News

Pescara, ricorso per la squalifica di Zampano

Pubblicato

su

udinese oddo

Il Pescara presenterà ricorso per le due giornate di squalifica agli indirizzi di Zampano, che negò al Genoa la rete del vantaggio colpendo il pallone con la mano

Il Pescara non ci sta e decide di non restare impassibile di fronte alla squalifica per due turni rifilata a Francesco Zampano, ravvisata dal Giudice Sportivo tramite la prova tv. La società abruzzese presenterà ricorso nei prossimi giorni per cercare quantomeno di ridurre l’assenza del proprio tesserato dal terreno di gioco, dimostrando la totale involontarietà del tocco con la mano avvenuto durante la sfida contro il Genoa, valida per la sesta giornata di Serie A e terminata sul risultato di 1-1 grazie al sigillo tempestivo nel finale di Rey Manaj.

ZAMPANO SI DIFENDE E, NEL FRATTEMPO, SPERA – La tesi difensiva del presidente Daniele Sebastiani verterà sull’analisi della traiettoria del pallone che prima colpisce la gamba del difensore e quindi impatta sul suo braccio. Indubbiamente una situazione incresciosa che ha privato il Genoa dei tre punti ma permesso al Pescara di guadagnarne uno con fatica. Venerdì sarà dunque discusso il ricorso alla Corte d’Appello Federale e le possibilità di riuscita stanno a metà: Zampano, dal canto suo, ammette comunque di essere totalmente innocente, nella speranza di poter tornare a disposizione di Massimo Oddo per le sfide-salvezza contro Chievo e Sampdoria.

LE PAROLE – Di seguito la sua giustificazione, rilasciata al canale ufficiale del club: «E’ stata un’azione molto veloce con il pallone che ha toccato la coscia e poi involontariamente è finito sulla mano, ma vista la velocità di quello che è accaduto dico che è stato un gesto istintivo di cui non mi ero nemmeno accorto. Dalle immagini si vede tutto questo, anzi, da alcune angolazioni sembra che tocchi la palla prima con la gamba e poi con la mano: è stato un gesto involontario».