Come vedere Portogallo-Marocco in streaming e in diretta tv

Portogallo-Marocco, seconda giornata girone B Mondiali Russia 2018: tutte le info per vedere la partita in diretta ed in streaming, probabili formazioni, precedenti, info e curiosità

Portogallo-Marocco è la partita valida per il secondo turno del girone B del Mondiale di Russia 2018 (in serata, a seguire, il match tra Iran e Spagna): la gara sarà disputata a partire dalle 14 (ora italiana) di oggi, 20 giugno 2018, presso il Luzhniki Stadium di Mosca, impianto che ha già ospitato la cerimonia di apertura ed il match inaugurale tra Russia ed Arabia Saudita e che ospiterà anche la finalissima del prossimo 15 luglio. Una partita di vitale importanza per la selezione di Fernando Santos, reduce dal bel pareggio acciuffato quasi all’ultimo alla prima contro la Spagna per 3 a 3 grazie alla super-prestazione di un Cristiano Ronaldo, attuale capocannoniere del torneo, in stato di grazia. Se ai lusitani servirà vincere per compiere un passo deciso verso gli ottavi di finale, per il Marocco la gara di oggi sarà già da dentro o fuori: la nazionale guidata da Hervé Renard ha toppato la prima contro l’Iran (colpa dell’autogol di Aziz Bouhaddouz) e con un’altra sconfitta sarebbe di fatto fuori dalla Coppa del Mondo.

Portogallo-Marocco verrà trasmessa a partire dalle ore 14 in diretta in chiaro sulle frequenze di Italia 1 (anche in HD al canale 506 del digitale terrestre), ma non solo. La gara potrà essere infatti seguita anche in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOs, Android e Windows Mobile direttamente dal sito di Mediaset ed in radio sulle frequenze di Radio 1. Ricordiamo inoltre che la partita sarà disponibile in diretta testuale live sul nostro sito con ampio pre-partita, quindi sintesi, pagelle ed approfondimenti alla fine.

 CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI PORTOGALLO-MAROCCO 


Portogallo-Marocco: probabili formazioni

QUI PORTOGALLO – Non demorde dal suo solido 4-4-2 Fernando Santos, forte del buon esordio di venerdì scorso con la Spagna. Il commissario tecnico portoghese ha tutti i suoi migliori uomini a disposizione e potrebbe variare qualcosa solo a livello di uomini: se Cristiano Ronaldo resta – nemmeno a dirlo – un punto fermo in avanti, potrebbe esserci una novità al suo fianco. Possibile chance allora per il milanista André Silva, subentrato a partita in corso con gli spagnoli, anche se al momento Gonçalo Guedes resta ancora in vantaggio come partner offensivo di CR7. Esterni larghi ancora Bernardo Silva a sinistra e Bruno Fernandes a destra, con quest’ultimo insidiato però dall’ex interista Joao Mario per una maglia da titolare. Per il resto nessuna possibile novità di rilievo rispetto a quando già visto qualche giorno fa.

QUI MAROCCO – In casa marocchina, al contrario, qualcosa quasi sicuramente dovrebbe mutare rispetto alla partita persa venerdì scorso contro l’Iran. Proprio in occasione di quella sfida Renard ha perso per un colpo alla testa il centrocampista Nordin Amrabat, che non dovrebbe essere della sfida con i portoghesi (causa commozione cerebrale): al suo posto è già pronto Nabil Dirar, ma non è ancora detto. Dubbi pure sul modulo: l’offensivo 4-1-4-1 potrebbe lasciare spazio ad un più soft 4-2-3-1, con la stellina Hakim Ziyech arretrata a fare da schermo davanti alla difesa insieme al mediano Karim El Ahmadi ed il trio composto da Younes Behlanda, Moubarak Boussoufa ed Amine Arit alle spalle dell’unica punta Ayoub El Kaabi.

PORTOGALLO (4-4-2) – Rui Patricio; Cedric, Pepe, Fonte, Guerreiro; Bernardo Silva, William Carvalho, Joao Moutinho, Bruno Fernandes; Cristiano Ronaldo, Guedes. Allenatore: Santos
MAROCCO (4-2-3-1) – Munir, Hakimi, Benatia, Saiss, N. Amrabat; Ziyech, El Ahmadi, Belhanda, Boussouffa; Harit, Kaabi. Allenatore: Renard

cristiano ronaldo gol bis portogallo spagna mondiali giugno 2018


Portogallo-Marocco: curiosità e statistiche

  • Un solo precedente tra le squadre: fase a gironi dei Mondiali messicani 1986, vittoria marocchina per 3 a 1 che coincise anche con la prima vittoria della nazionale africana nella sua storia ad una Coppa del Mondo
  • Il Portogallo nella sua storia ha perso una sola volta contro una squadra africana al Mondiale: col Marocco nel 1986, appunto. Per il resto un pareggio e 2 vittorie nelle altre tre sfide successive contro selezioni dell’Africa
  • Ronaldo con la tripletta rifilata alla Spagna è stato il quarto calciatore nella storia ad andare in gol un quattro differenti edizioni del Mondiale al pari di Uwe Seeler, Pelé e Miroslav Klose
  • Non solo: Ronaldo è il primo calciatore a segnare in 8 grandi competizioni internazionali di fila (Mondiale ed Europei/Copa America). Superato il brasiliano Zizinho, fermo a sette
  • Bouhaddouz ha segnato un autogol contro l’Iran: il marocchino è stato il terzo giocatore nella storia dei Mondiali a subentrare dalla panchina e a segnare un’autorete dopo Lazlo Dajka nel 1986 ed Emmanuel Petit nel 2006
  • Nelle edizioni dei Mondiali 2006, 2010 e 2014 Ronaldo aveva messo insieme un totale di 70 tiri, arrivando però soltanto a 3 gol (uno per Mondiale). Per il momento a Russia 2018 ha già segnato 3 gol… con 4 tiri
  • Il Marocco contro l’Iran nel secondo tempo non ha subito nemmeno un tiro nello specchio della porta
  • Con la tripletta contro la Spagna Ronaldo è il giocatore più anziano (33 anni e 130 giorni) ad essersi portato il pallone a casa in un Mondiale
  • Il Marocco ha perso con l’Iran pur avendo fatto registrare il 68% circa di possesso palla: è il dato più alto da Sudafrica 2010, quando la Spagna perse all’esordio contro la Svizzera 0 a 1 pur avendo fatto registrare un possesso palla del 73%
  • Il c. t. portoghese Fernando Santos finora ha vinto una sola partita ai Mondiali e proprio contro un’africana: 2 a 1 nel 2014 ai gironi quando allenava la Grecia contro la Costa d’Avorio
  • Il Portogallo non perde contro un’avversaria non europea ai Mondiali dal 2002, quando fu eliminata ai quarti dai padroni di casa della Corea del Sud per 1 a 0 (da allora 5 vittorie e 3 pareggi contro avversarie extra-europee)

Portogallo-Marocco: l’arbitro della partita

L’arbitro di Portogallo-Marocco sarà lo statunitense Mark Geiger, 43 anni, al suo secondo Mondiale dopo Brasile 2014 (diresse la Colombia vittoriosa per 3 a 0 contro la Grecia dell’attuale c. t. portoghese Fernando Santos e Spagna-Cile 0 a 2 ai gironi, quindi Francia-Nigeria 2 a 0 agli ottavi). Per Geiger la partita di oggi sarà l’esordio a Russia 2018. L’americano alla Confederations Cup dello scorso anno aveva già diretto il Portogallo nella fase a gironi contro la Nuova Zelanda (vittoria portoghese 4 a 0), mentre al contrario non ha mai fischiato la nazionale marocchina in carriera.


Leggi anche: MONDIALI RUSSIA 2018: IL TABELLONE COMPLETO

Leggi anche: MONDIALI 2018: PROBABILI FORMAZIONI PRIMO TURNO