Connettiti con noi

Juventus News

Precedenti Udinese-Juventus: Friuli terra di conquista per Dybala e soci

Pubblicato

su

buffon juventus

Precedenti Udinese-Juventus registrano netto predominio degli ospiti. Friulani non vincono in casa dal 2010, Del Piero Top Scorer della storia, ma il Friuli evoca cattivi ricordi

La sfida fra le due squadre “bianconere” arriva, con il match delle ore 18.00 alla Dacia Arena, al racconto numero 87. I precedenti Udinese-Juventus in Serie A vedono i piemontesi in netto vantaggio nel totale dei confronti (casa-fuori), con 57 vittorie contro le 12 dei friulani, il cui ultimo successo risale al primo turno del torneo 2015-16 quando sbancarono lo stadio piemontese con il punteggio di 1-0 (rete di Thereau). Sono invece 17 i risultati con il segno X. Lo score delle reti dice 174-69 in favore dei sei volte campioni in carica. Top Scorer del confronto è Alex Del Piero con 8 reti, davanti a Pippo Inzaghi fermatosi a sei centri. Per l’ex numero 10 bianconero però, lo stadio friulano evoca cattivi ricordi relativi al 1° novembre 1998, quando si procurò una gravissima lesione al ginocchio che mise a repentaglio la sua carriera, dovendo rimanere fermo ai box per il resto dell’intera stagione.

Osservando i soli confronti in casa dei friulani, dopo 43 incontri Juventus in vantaggio con 25 vittorie, 13 i pareggi ed appena 5 le vittorie dei padroni di casa che non colgono l’intera posta in palio dall’aprile 2010, quando trionfarono con un netto 3-0. Nonostante il netto prevalere nei confronti diretti, la serie più lunga di successi della Juve in Friuli si ferma a tre. Il successo più netto degli ospiti fu il 7-2 con cui sbancarono lo stadio di Udine nella stagione 1951-52 e che costituisce anche il primo confronto assoluto fra le due compagini.

Precedenti Udinese-Juventus: le curiosità

L’Udinese non batte la Juventus in casa, negli incontri giocati di domenica, addirittura dal 5 novembre 1995, 1-0 con rete di Bierhoff. Precedente che potrebbe portare bene ai piemontesi che, al termine di quella stagione, vinsero la Champions League nella finale dell’Olimpico di Roma. Nel largo successo juventino per 5-1 del 2 maggio 1982, fece il suo esordio con la Juventus Paolo Rossi, fermo per squalifica in seguito allo scandalo calcioscommesse scoppiato nell’autunno 1980. Rossi andò in rete in quell’occasione, contribuendo allo scudetto della seconda stella. Pochi mesi più tardi si trasformerà in Pablito diventando determinante per la vittoria dell’Italia nel Mondiale di Spagna 82.

Dybala, a quota 10 reti in Serie A in questa stagione, ma a secco da due turni, ha nell’Udinese una delle sue “vittime” preferite. Sono ben 5 i goals segnati in sette sfide complessive. Solo alla Lazio ha segnato di più, nove centri.

La sfida in panchina Delneri-Allegri sembra già segnata in partenza. Per il tecnico dei friulani, la sua ex-squadra è davvero una bestia nera: 19 confronti totali finora, con appena due successi, due pareggi e ben 15 sconfitte, peraltro con uno score delle reti che è già cattivo presagio. In totale ha realizzato 19 reti, uno a partita e ben 45 subiti. L’ultimo successo arrivò quando, alla guida del Verona già retrocesso nella stagione 2015-16, superò la Juventus al Bentegodi per 2-1. Max Allegri ha invece affrontato l’Udinese 16 volte in carriera: 7 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte, 25-20 in suo favore le reti. Il confronto invece fra i due tecnici è in sostanziale equilibrio: 11 sfide totale hanno registrato 5 successi per Allegri contro i 4 di Delneri, 2 i pareggi.