Connettiti con noi

Focus

Qualità, continuità e altri giovani interessanti: nasce il nuovo Sassuolo

Pubblicato

su

sassuolo ritiro

Le prime indicazioni sul nuovo Sassuolo. Alessio Dionisi, tecnico neroverde, sta scoprendo le sue carte

(- Inviato a Vipiteno) Il Sassuolo di Dionisi ha tolto i veli. Si riparte da una certezza: la squadra neroverde ha grande qualità. Mancano i nazionali (Kaan Ayhan, Muldur e Haraslin hanno iniziato a lavorare da un paio di giorni, gli italiani campioni d’Europa torneranno a lavorare solo a fine luglio) ma durante gli allenamenti si nota indubbiamente la grande qualità a disposizione di Dionisi. Poi ci sono anche le novità. Non tattiche. Si riparte, almeno inizialmente, dalla continuità. Parola d’ordine usata più volte dall’allenatore toscano nel giorno della conferenza stampa di presentazione. Non snaturerà nulla. Il 4-3-1-2 non è il ‘suo’ modulo, l’ha usato a Empoli. Per il Sassuolo si riparte dalle certezze del 4-2-3-1, d’altronde la rosa attuale è tarata su quel sistema. Perché snaturarsi? In attesa di capire quali scelte verranno prese sul mercato (Boga e Berardi resteranno? Locatelli invece sembra destinato alla cessione), il tecnico riparte dai giovani.

Scamacca, Marchizza e Frattesi: il Sassuolo scopre gli Under 21 azzurri

Sono Scamacca, Frattesi e Marchizza le tre grandi novità del ritiro di Vipiteno. Marchizza è stato provato da difensore centrale nel primo test stagionale contro il Brixen terminato con il punteggio di 8-0. Non terzino sinistro ma centrale, al momento il Sassuolo ne ha 4 a disposizione, dopo la cessione di Marlon e in attesa di qualche nuovo acquisto. Anche Davide Frattesi è stato provato in un altro ruolo diverso da quello abituale. Il centrocampista ha lavorato da mediano nei 2. «Lo sa fare» ha detto l’allenatore al termine della partita. E quindi per lui potrebbe esserci un’evoluzione in tal senso. Poi, occhi su Scamacca. Il centravanti classe ’99 è uno dei più attesi. Sulle qualità nessuna discussione. Forse è un po’ troppo solista per i gusti del Sassuolo ma nessuno ha le sue caratteristiche in rosa e potrebbe rappresentare una valida alternativa a Caputo e a Raspadori.