Roma-Juventus, giallorossi incerottati ma Strootman c’è: la situazione

strootman roma-juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Roma-Juventus potrebbe regalare lo scudetto ai bianconeri e la Champions ai giallorossi ma DiFra ci arriva con gli uomini contati

La Roma si ritrova a Trigoria dopo i due giorni di riposo concessi da mister Eusebio Di Francesco a seguito della vittoriosa trasferta di Cagliari. Per la prima volta dopo tanto tempo il tecnico avrà l’intera settimana a disposizione per preparare la prossima sfida di campionato. Domenica allo stadio Olimpico arriva la Juventus che ha di fatto già conquistato il suo 7° scudetto consecutivo e aspetta solo la conferma matematica del titolo. Ai giallorossi invece serve ancora 1 punto per assicurarsi un posto in Champions League per la prossima stagione ma Di Francesco si ritrova a fare la conta degli infortunati.

INFERMERIA PIENA – Alla ripresa degli allenamenti sono tanti i giocatori incerottati che non hanno svolto lavoro con il gruppo. Con tutta probabilità non saranno della partita Diego Perotti e Kostas Manolas: per l’argentino la distorsione alla caviglia si è rivelata più grave del previsto e al massimo andrà in panchina, il greco ieri ha svolto gli esami strumentali per il risentimento al flessore accusato prima della partita di Cagliari e difficilmente sarà convocato. Al suo posto scalda i motori il brasiliano Juan Jesus. Anche Fazio, Nainggolan, De Rossi e Kolarov ha svolto lavoro differenziato a scopo precauzionale. Per loro si tratta di un lavoro individuale di recupero e dunque la loro presenza non dovrebbe essere in dubbio per domenica seppur non siano al meglio della condizione.

SORRISO STROOTMAN – La nota lieta da Trigoria arriva da Kevin Strootman. L’olandese, dopo un paio di settimane di lavoro individuale, sembra aver recuperato dal colpo all’emicostato che lo ha tenuto fuori nelle ultime partite. Oggi ha svolto l’intera seduta con il gruppo e domenica punta a riprendersi un posto da titolare nel 4-3-3 di mister Di Francesco. Su di lui, negli ultimi giorni, si sono addensate molte nubi di mercato che lo vorrebbero lontano dalla capitale ma per quello ci sarà tempo, ora c’è una Champions da conquistare.