Roma, contro l’Udinese senza tifosi: il Prefetto, «sono pericolosi»

roma tifosi
© foto www.imagephotoagency.it

La decisione del Prefetto di Udine: niente trasferta per i tifosi della Roma residenti nel Lazio

È destinata a far discutere la decisione del Prefetto di Udine, che ha vietato ai tifosi della Roma residenti nel Lazio la trasferta contro la formazione di Massimo Oddo della prossima settimana. Nel provvedimento, il responsabile dell’ordine pubblico nella città friulana motiva la sua decisione riferendosi ad elementi che provano «la pericolosità del tifo organizzato romanista che ha dato prova di atti di intemperanza e violenza».

Il riferimento è soprattutto agli incidenti dell’ultima trasferta di Verona, quando 21 ultrà furono individuati, processati e colpiti da Daspo. Subito si è levato un coro di proteste da parte dei tifosi della Roma: «Perché non colpiscono solo i colpevoli di furti e incidenti ?», si chiedono in tanti. Difficile pensare ad un ricorso da parte della Roma, visto che il Prefetto, da responsabile dell’ordine pubblico, ha sempre l’ultima parola. Considerando che la trasferta successiva è quella di Napoli, prima di seguire nuovamente la Roma lontano dall’Olimpico, i tifosi giallorossi residenti nel Lazio rischiano di dover aspettare la partita a Crotone del 18 marzo.