Rudi Garcia: «Juve favorita? No, ma con il VAR gli arbitraggi sono giusti»

© foto www.imagephotoagency.it

Rudi Garcia, allenatore del Lione, è intervenuto ai microfoni del Corriere dello Sport per analizzare il match con la Juve

Rudi Garcia, allenatore del Lione, è intervenuto ai microfoni del Corriere dello Sport per analizzare il match con la Juve. Ecco le parole dell’ex tecnico della Roma: «Come si ferma Ronaldo? Alla frontiera. Se decide che Lione non gli piace e non vuole giocare qui. Scherzi a parte, si può contenere con una fase difensiva».

LIONE – «Il presidente Aulas è un visionario perché ha capito prima di altri l’importanza delle infrastrutture. Qui c’è un piano di rilancio serio e a medio termine. Rimanere? Fosse per me rimarrei sempre».

JUVE – «La Champions? Non lo so, ma solo che la loro priorità è riuscirci Non credo che Ronaldo sia andato alla Juve solo per vincere in Italia. La mia speranza è che ci sottovalutino: il sorteggio poteva essere peggiore. Juve favorita dagli arbitri? Mai, ma con il VAR gli arbitraggi sono più giusti. Una cosa che noi allenatori chiediamo agli arbitri è di non accontentarsi del silent check».