Russia-Egitto 3-1, Mondiali 2018: pagelle e tabellino

Russia-Egitto, gruppo A Mondiale Russia 2018: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

La Russia conquista per la prima volta e meritatamente l’accesso agli ottavi di finali del Mondiale, battendo con un netto 3-1 l’Egitto di Momo Salah (prova chiaroscura la sua), che a meno di clamorosi miracoli deve salutare anticipatamente il Mondiale.

Russia-Egitto 3-1: tabellino

Marcatori: st 2′ Fathy (aut.), 15′ Cheryshev, 18′ Dzyuba, 29′ Salah rig

RUSSIA (4-2-3-1): Akinfeev 6; Fernandes 6.5, Kutepov 6, Ignashevich 6.5, Zhirkov 6; Gazinskiy 6, Zobnin 6.5; Samedov 6, Golovin 6.5, Cheryshev 7 (30′ st Kuzyaev ng); Dzyuba 6.5 (35′ st Smolov ng). All. Cerchesov 6

EGITTO (4-2-3-1): Elshenawy 5.5; Fathy 5, Gabr 6, Hegazy 5.5, Abdelshafy 6; Elneny 6 (19′ st Warda 5.5), Hamed 5; Salah 6, Elsaid 6, Trezeguet 5.5; Mohsen 6 (38′ st Karhaba ng). All. Cuper 5

ARBITRO: Caceres (Paraguay).

RUSSIA – IL MIGLIORE

Cheryshev 7: Arrivato al terzo gol in questo Mondiale, l’attaccante russo è il più pericoloso tra i suoi compagni. Anche nell’opaco primo tempo della formazione di Cerchesov. Molto bello il gol che spezza le gambe agli egiziani, a seguito di un azione condotta da Mario Fernades e conclusa in porta dallo stesso Cheryshev.

EGITTO – IL MIGLIORE

Salah 6: Premio di migliore in campo per il gol, realizzato sul rigore, e per la prestazione tutto sommata positiva dopo il brutto infortunio in finale di Champions. Ultimo a mollare, prova a dare una scossa e trascinare i suoi compagni che però, non lo seguono

EGITTO – IL PEGGIORE

Fathy 5: Non solo per il goffo autogol ma anche per una fase difensiva che lasciava molto a desiderare. Perde tutti i duelli con Dzyuba e con Cheryshev, non si fa mai trovare pronto nella chiusura ed è spesso insicuro nell’uscita palla al piede.

Russia-Egitto: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO: La Russia entra con un altro piglio nel secondo tempo e il risultato le da ragione. Prima una sfortunata autorete di Fathy e poi Cheryshev e Dzyuba confezionano il 3-0 in pochi minuti. Risultato alleggerito parzialmente dal rigore di Momo Salah su fallo di Zobnin sullo stesso esterno del Liverpool. La Russia conquista per la prima volta l’accesso agli ottavi di finale di un Mondiale.

Finisce qui! La Russia vince per 3-1 contro l’Egitto.

4 minuti di recupero

45′ st – L’Egitto non è riuscito a creare una sola occasione da gol dopo il rigore di Salah e si appresta ad uscire sconfitto da San Pietroburgo.

37′ st – Grande contropiede portato avanti da Smolov che cede il pallone a Golovin che però si incarta e perde l’attimo giusto per concludere a rete

29′ st – Salah non sbaglia! Rigore perfetto del calciatore del Liverpool che accorcia le distanze tra le due squadre

25′ st – Calcio di rigore per l’Egitto per fallo di Zobnin su Salah!

18′ st – Russia incontenibile! 3-0 grazie al gol di Dzyuba! Bravissimo la punta russa a bruciare con una finta il difensore egiziano e battere Elshenawy con un preciso destro.

15′ st – Ancora Cheryshev! Raddoppio della Russia grazie ad un cross rasoterra perfetto di Mario Fernandes sul quale l’attaccante russo si avventa e batte con un piattone il portiere egiziano.

12′ st – Prova a rispondere l’Egitto tramite calcio d’angolo. Ma prima Hegazy e poi Elneny non trovano a deviazione vincente

8′ st – L’Egitto ha accusato il colpo e non riesce a creare un’azione offensiva. Show di Golovin sulla fascia che fa ammattire i difensori egiziani

Conclusione da fuori di Zobnin, e deviazione involontaria di Fathy nel tentativo di anticipare Dzyuba. Gli egiziani lamentano una spinta ai danni del difensore ma il Var convalida il gol.

2′ st – Russia in vantaggio!!! Incredibile autogol di Fathy!!!

Si ricomincia!

SINTESI PRIMO TEMPO – Primo tempo molto equilibrato fra Russia ed Egitto. Manca però ancora il guizzo vincente. Ci ha provato un paio di volte in avvio la Russia, ma le iniziative di Golovin e Dzyuba non sono andate a buon fine. Egitto in grande difficoltà, che però cresce con il passare dei minuti. Si fa vivo soprattutto a ridosso del 45′ con Mohamed Salah, che però non riesce a graffiare la porta difesa da Akinfeev. Reti bianche e risultato ancora inchiodato sullo 0-0.

45′ pt – Non c’è recupero: fine primo tempo. Ancora 0-0 la sfida fra Russia ed Egitto.

43′ pt – Salah irrompe! Riceve palla al limite, vince il rimpallo, si gira in un lampo e calcia, ma la palla va fuori di pochissimo.

34′ pt – Zhirkov salva tutto: Salah anticipato: vanificato il cross di Mohsen.

27′ pt – Mischia in area dell’Egitto: Dzyuba anticipato due volte, poi ElShenawy in uscita sventa la minaccia.

25′ pt – Mohamed Salah libera al limite Trezeguet, che prova da fuori: la Russia si difende con ordine.

23′ pt – Cross da sinistra di Cheryshev, ma Dzyuba non arriva a colpire di testa. Russia pericolosa ma poco concreta.

16′ pt – Ci prova Trezeguet! Grande azione dal lato sinistro: punta, si accentra e prova il destro a giro, ma la palla finisce fuori.

11′ pt – Salah per adesso poco servito. Continua il forcing russo. Cross di Samedov, ma Dzyuba non controlla bene.

7′ pt – Golovin ruba palla in mezzo al campo, si invola e spara dai 20 metri, ma la palla va fuori di poco.

6′ pt – Ignashevich devia in mezzo all’area di testa sugli sviluppi del calcio d’angolo, ma il portiere dell’Egitto El Shenawy blocca senza particolari affanni.

4′ pt – Russia subito molto propositiva in questo avvio: Zobnin prova da fuori e si procura un corner.

2′ pt – Primo assalto della Russia con Cheryshev, ma il pallone messo in mezzo dalla corsia di sinistra non trova nessun attaccante nell’area di rigore egiziana.

1′ pt – Dopo i due inni inizia Russia-Egitto, seconda gara del girone A. La classifica del girone recita: Russia 3, Uruguay 3, Arabia Saudita 0, Egitto 0.

Sta per iniziare Russia-Egitto

Russia-Egitto: formazioni ufficiali

Per la sua seconda gara al Mondiale la Russia si presenta con tutte le armi offensive pronte a sprigionare il massimo della potenza. In porta c’è Akinfeev, in difesa da destra verso sinistra agiranno Fernandes, Kutepov, Ignashevich e Zhirkov. L’infortunato Dzagoev viene rimpiazzato da Cheryshev, aspetto che fa sì che la nazionale di Cerchesov passi al 4-2-3-1: il riferimento offensivo e Dzyuba, ma gli occhi di tutta la Russia sono perlopiù focalizzati su Golovin, che nell’esordio ha stupito e in Italia ha la Juve sulle sue tracce già da diverse settimane. L’escluso eccellente è invece Smolov, che contro l’Arabia Saudita non aveva certo demeritato.

Per quanto riguarda l’Egitto è arrivato il grande giorno di Mohamed Salah, che esordisce al Mondiale dopo aver smaltito il problema alla spalla che lo ha attanagliato nei giorni successivi alla finale di Champions League persa dal suo Liverpool contro il Real Madrid. Così Cuper disegna un 4-2-3-1 bello aggressivo, con l’intenzione di stanare la Russia sin dai primi minuti. La punta centrale è Mohsen, che sarà assistita anche dalla corsa e dalla tecnica di Trezeguet ed Elsaid.

RUSSIA (4-2-3-1): Akinfeev; Fernandes, Kutepov, Ignashevich, Zhirkov; Gazinskiy, Zobnin; Samedov, Golovin, Cheryshev; Dzyuba. All. Cerchesov.

EGITTO (4-2-3-1): Elshenawy; Fathy, Gabr, Hegazy, Abdelshafy; Elneny, Hamed; Salah, Elsaid, Trezeguet; Mohsen. All. Cuper.

Russia-Egitto: probabili formazioni e pre-partita

La voglia della Russia di continuare a stupire davanti al pubblico amico e il desiderio dell’Egitto di restare aggrappati ad un sogno che in caso di non vittoria diventerebbe un incubo. La sfida che andrà in scena oggi, martedì 19 giugno, alle ore 20.00 allo Stadio San Pietroburgo sarà già un crocevia fondamentale per la qualificazione nel gruppo A dei Mondiali 2018. La Russia è reduce da un successo trionfale per 5-0 contro l’Arabia Saudita, ma non potrà cullarsi sugli allori, perché l’Egitto, dopo la beffa finale contro l’Uruguay non ha intenzione di mollare e, aggrappati a Momo Salah, daranno battaglia nel bellissimo stadio che ospita le gare interne dello Zenit San Pietroburgo

Formazione praticamente definita in casa Russia con il ct Cherchesov deciso a confermare l’11 con il quale ha demolito l’Arabia Saudita. Spazio quindi a Akinfeev tra i pali, Ignashevich e Kutepov al centro della difesa, Mario Fernandes e Zhirkov sulle corsie esterne. Gazinsky e Zobnin formeranno la diga in mediana alle spalle del trio composto da Samedov, Golovin e Cheryshev (quest’ultimo chiamato a sostituire degnamente l’infortunato Dzagoev), che dovranno ispirare la punta centrale Smolov. Ai russi basterebbe anche un pareggio per centrare una storica qualificazione agli ottavi di finale.

Pochi dubbi per il navigato Hector Cuper. Momo Salah partirà titolare dopo la mossa da judoka ricevuta da Sergio Ramos in finale di Champions League che ha spaventato i milioni di tifosi egiziani, preoccupati di non vedere la loro stella al Mondiale. Dopo la panchina contro l’Uruguay l’ala del Liverpool partirà titolare pronto a far ammattire i difensori russi. Insieme a lui, nel trio di trequartisti, ci saranno anche Elsaid e Trezeguet alle spalle di Mohsen. In mediana agiranno Hamed ed Elneny, mentre davanti al portiere El Shenawy  (il migliore contro la Celeste) ci saranno i centrali Gabr e Hegazy. Le fasce saranno occupate da e i due esterni Fathy e Abdel-Shafi.

PROBABILE FORMAZIONE RUSSIA (4-2-3-1): Akinfeev; Mario Fernandes, Ignashevich, Kutepov, Zhirkov; Gazinsky, Zobnin; Samedov, Golovin, Cheryshev; Smolov. Allenatore: Cherchesov.

PROBABILE FORMAZIONE EGITTO (4-2-3-1): El Shenawy; Fathy, Gabr, Hegazy, Abdel-Shafi; Hamed, Elneny; Salah, Elsaid, Trezeguet; Mohsen. Allenatore: Cuper.

L’esordio amarissimo contro l’Uruguay non ha minimamente scalfito la fame dell’Egitto, che si ritrova ad affrontare una sfida da dentro o fuori. La prestazione offerta all’esordio è stata buona, ma è mancato il risultato. Che Hector Cuper spera di ottenere contro la padrona di casa, la Russia guidata dal talento di Golovin: «Salah è in buone condizioni, lo abbiamo provato in allenamento e penso che possa giocare. Per noi è molto importante e nessuno può negarlo, con tutto il rispetto per gli altri. Ha una capacità incredibile negli ultimi 20 metri, lo ha dimostrato nel Liverpool e prima ancora nella Roma. Lui è un’arma importante per il nostro attacco e ammetto che quando non c’è la sua assenza si sente». Su Salah sono riposte tutte le speranze di un Egitto che non smette di sperare. La spalla non sente più dolore e così il talento del Liverpool vuole prendersi la scena anche a Russia 2018, dopo aver fatto il bello e il cattivo tempo sia in Premier League che in Champions League, salvo poi soccombere nella finalissima dopo il terribile fallo del difensore del Real Madrid Sergio Ramos, che non ha smesso di punzecchiarlo nemmeno nei giorni successivi all’ultimo atto di Kiev.

Stanislav Cherchesov non ha paura. L’impatto della Russia con il Mondiale si è rivelato all’altezza della manifestazione. E ora il commissario tecnico vuole di più. Sogna un successo contro l’Egitto per blindare una qualificazione nelle mani della sua formazione dopo il 5-0 rifilato all’Arabia Saudita: «Pensiamo partita dopo partita, se non lo facciamo rischiamo di inciampare. Abbiamo ottenuto un buon risultato nella prima gara e tutti i giocatori hanno avuto la chance di dimostrare quanto valgono. Salah? Sappiamo come affrontarlo, siamo pronti a fermarlo e non ho dubbi che lo faremo. Golovin? Gli stiamo dando la possibilità di mostrare le sue doti migliori, ha fatto del suo meglio nella prima partita e speriamo continui a farlo. Ovviamente i giocatori d’attacco sono quelli che attirano l’attenzione ma ci sono giocatori importanti anche in difesa». Su Golovin, intanto, è sempre più forte l’interesse della Juve, che ha in mente una ricca offerta da presentare al Cska Mosca: 20 milioni di euro più bonus. Offerta per ora respinta al mittente, ma il club bianconero ha in mente di ripetere un’operazione alla Pjaca, fatta in concomitanza degli Europei in Francia del 2016.

Russia-Egitto: i precedenti del match

Nessun precedente tra le due formazioni né a livello ufficiale né a livello di amichevole. Russia ed Egitto si affronteranno per la prima volta questa sera allo stadio di San Pietroburgo alle ore 20.00. Ecco invece come sono andate le prime due gare al Mondiale:

Russia-Arabia Saudita 5-0

MARCATORI: pt 12′ Gazinsky, 43′ Cheryshev; st 26′ Dzuyba, 47′ Cheryshev, 49′ Golovin.
RUSSIA (4-2-3-1): Akinfeev 6; Fernandes 6.5, Kutepov 6.5, Ignasevich 6.5, Zhirkov 6.5; Gazinsky 7, Zobnin 6.5; Samedov 6 (19′ st Kuziaev 6), Dzagoev 6 (23′ pt Cheryshev 7.5), Golovin 8; Smolov 6 (24′ st Dzyuba 6.5). All. Cherchesov 7.
ARABIA SAUDITA (4-5-1): Al-Maiouf 4; Alburayk 4.5, Os. Hawsawi 4, Om. Hawsawi 4, Al-Shahrani 5; Salem 5, Salman 4.5, Otayf 5 (19′ st Fahad 5.5), Taiseer 5, Yahia 5 (27′ st Hatan 5.5); Al-Sahlawi 4 (39′ st Muhannad ng). All. Pizzi 4.5.
NOTE: ammoniti Golovin (R), Al Jassim (A).

Egitto-Uruguay 0-1

MARCATORI: st 45′ Gimenez.
EGITTO (4-2-3-1): El Shenawy 7; Fathi 7, Ali Gabr 6, Hegazi 6.5, Abdel Shafy 6; Hamed 6.5 (5′ st Morsy 6), Elneny 5.5; Warda 5.5 (37′ st Sobhy ng), El Said 6, Trezeguet 5.5; Mohsen 5.5 (18′ st Kahraba 5.5). All. Cuper 6.
URUGUAY (4-4-2): Muslera 6; Varela 6, Godin 6.5, Gimenez 7, Caceres 5.5; Nandez 6 (13′ st Sanchez 6.5), Bentancur 6, Vecino 6 (42′ st Torreira ng), De Arrascaeta 5.5 (14′ st Rodriguez 5.5); Suarez 4.5, Cavani 6. All. Tabarez 6.5.
NOTE: ammoniti Morsy, Hegazy.

Russia-Egitto: l’arbitro del match

Ad arbitrare Russia-Egitto valida come seconda giornata del gruppo A dei Mondiali 2018, ci penserà Enrique Cáceres (Paraguay) coadiuvato da Cardozo e Zorrilla. Quarto uomo sarà Çakır. Al var presenza italiana grazie all’arbitro Irrati. Gli assistenti Avar sono invece Vigliano – Astroza – Marciniak.

Russia-Egitto Streaming: dove vederla in tv

Russia-Egitto sarà trasmessa a partire dalle ore 20 in diretta in chiaro sulle frequenze satellitari di Italia 1 (anche in HD). Non è tutto, perché la partita sarà visibile anche in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOs, Android e Windows Mobile tramite app Premium Play.


Leggi anche: MONDIALI RUSSIA 2018: CALENDARIO E PROGRAMMAZIONE