Siviglia, Vazquez: «Non temiamo la Juventus, ma sarà una partita difficile»
Connettiti con noi

2016

Siviglia, Vazquez: «Non temiamo la Juventus, ma sarà una partita difficile»

Pubblicato

su

Vazquez

Franco Vazquez non teme la Juventus, il suo Siviglia può arrivare primo del girone ma la partita di domani è tutto tranne che facile

Archiviata velocemente la 13.a giornata di campionato bisogna subito pensare al turno di Champions League dove la Juventus dovrà affrontare il Siviglia di Franco Vazquez. I bianconeri ora dovranno andare a giocare in trasferta e l’occasione per il Siviglia di prendere la testa del girone è molto ghiotta.

ALLEGRI FA PRETATTICA, SAMPAOLI HA UNA MENTALITA’ VINCENTE – Franco Vazquez non è preoccupato per la partita di domani, seppur ammette che sarà sicuramente uno scontro difficile. La partita di andata si chiuse sullo 0-0 e Allegri per l’impegno di domani getta la pressione sugli avversari: «La situazione è favorevole, ma domani ci aspetta una partita molto difficile. Sanpaoli ha  mentalità vincente, pensa sempre ad attaccare e mai a difendersi» afferma a Tuttosport «Entrambe le squadre arrivano bene a questa gara: sarà una bella partita. Per quanto ci riguarda, dobbiamo giocare come sappiamo e pensare a vincere. Dybala? Spero che possa tornare presto a giocare perchè chi ama il calcio lo vuole vedere sempre in campo. Peccato soprattutto per lui, perchè sono sicuro che gli piacerebbe giocare questa partita. Ora però deve pensare a recuperare».
TANTE DEFEZIONI ALLA JUVENTUS – Non solo Dybala, mancherà anche Barzagli: «Andrea è uno dei difensori più forti in Italia, però gli altri non sono mica scarsi. Loro sono molto tosti dietro. In questi giorni prepareremo bene la partita con l’obiettivo di individuare gli “spazi”, perché quando di fronte hai la Juve non è facile trovarli. Higuain fischiato in nazionale? Higuain dà sempre il cento per cento. Non li capisco proprio, anche se è vero che gli argentini sono così. Lui, però, deve stare tranquillo. Gli auguro di tornare presto a far gol con la nazionale».