STATS – L'insostituibile Berardi: chi prenderà il suo posto a Cagliari?
Connettiti con noi

News

STATS – L’insostituibile Berardi: chi prenderà il suo posto a Cagliari?

Pubblicato

su

Domenico Berardi

La squalifica di Domenico Berardi è certamente condizionante per il Sassuolo che chiuderà la quindicesima giornata di Serie A affrontando in trasferta il Cagliari

La squalifica di Domenico Berardi è certamente condizionante per il Sassuolo che chiuderà la quindicesima giornata di Serie A affrontando in trasferta il Cagliari. Dionisi ha bisogno di muovere la classifica e Ranieri anche di più. E quanto la stella neroverde sia fondamentale per la squadra lo certificano innanzitutto i numeri, oltre che tutte le considerazioni che si possono aggiungere sulla qualità del suo repertorio: i minuti trascorsi in campo sono stati 1067; ha giocato 12 partite delle 14 finora finora disputate; ha già realizzato 7 gol, che lo collocano sul podio dei migliori realizzatori del torneo insieme a Giroud, molti lontani dall’irraggiungibile Lautaro; in più, ci sono anche 2 assist, l’unica voce dove Mimmo ha compagni più efficienti di lui, sebbene non siano attaccanti, bensì esterni bassi, Toljan e Vina.
Qual è il contributo principale garantito da Berardi? Chi si incarica generalmente di essere al suo livello? Chi potrà sostituirlo lunedì sera?
Rispondiamo subito all’ultima domanda prendendo in prestito La Gazzetta dello Sport, che ieri ha indicato in Castillejo l’indiziato numero uno, anche perché «contro il Cagliari ha un ruolino di marcia immacolato – sei precedenti e nessuna sconfitta – e anche un gol all’attivo».
Quanto alle prime due questioni, escludiamo i tiri dagli undici metri nei quali il capitano è specialista: il sostituto c’è ed è Pinamonti, che già ha segnato in Coppa Italia contro il Cosenza indirizzando il pallone sotto la traversa con grande sicurezza. In questo campionato Berardi si è confermato un attaccante molto bravo nel colpire da fuori area. Lo ha fatto nelle due prestazioni migliori della squadra, per di più consecutive, sorprendendo Szczesny al Mapei Stadium e Sommer a San Siro. Prima dei 16 metri il Sassuolo ha segnato altri 3 gol: Pinamonti a Frosinone; Laurienté sempre con la Juve, con la complicità del portiere polacco; infine, Boloca nel derby con il Bologna, ma anche il centrocampista salterà Cagliari per il rosso rimediato con la Roma.
Altra voce nella quale l’azzurro sono i gol in profondità. Lui che spesso li ispira, ha saputo raccogliere gli inviti di Laurienté in Sassuolo-Verona e di Vina a Empoli, quando ha inventato una rete pesantissima con l’insolito piede destro. Qui potrebbe funzionare come suo alter-ego Bajrami, sempre che rientri nelle scelte dell’allenatore. Finora due i gol segnati così dall’albanese, uno in Coppa Italia su triangolo con Henrique e l’altro all’Inter da un’imbucata – guarda un po’ – proprio di Berardi.