Verona: perché Borini e Zaccagni avevano compiti fondamentali contro la Juventus

verona borini zaccagni
© foto www.imagephotoagency.it

Zaccagni e Borini sono stati preziosissimi in Verona-Juventus. Tenevano occupati i terzini di Sarri, creando spazio per i quinti

La Juventus continua ad avere enormi problemi nel coprire la palla. L’avversario ha sempre tempo e spazio per effettuare cambi di gioco, con i bianconeri costantemente scoperti sul lato debole.

Juric ha approfittato alla perfezione di queste situazioni tattiche, con Lazovic e Faraoni sempre alti a dare ampiezza. Tuttavia, se il Verona ha colpito bene sul lato debole, molti meriti sono anche di Zaccagni e Borini. I due attaccanti si occupavano sempre di Alex Sandro e Cuadrado, tenendoli occupati. In questo modo, si creava spazio per i quinti.