De Laurentiis contro i giornalisti: «Non dovete attaccare il Napoli»

142
de laurentiis napoli
© foto www.imagephotoagency.it

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, ha commentato la sconfitta contro la Roma prendendosela con i giornalisti. Le sue dichiarazioni

Il 31 maggio il Napoli di Benitez si arrese alla Lazio, al San Paolo, dicendo addio ai sogni Champions. Quella fu l’ultima partita di Don Rafè sulla panchina azzurra. E’ arrivato Sarri e con lui, tra le mura amiche, sono arrivate 19 vittorie e 3 pareggi in campionato. Il Napoli di Sarri non aveva mai perso in casa e non aveva mai perso due partite consecutive e mai aveva incassato 3 gol in casa. La Roma ha vinto per 1 a 3 dopo una grandissima prestazione.

IL COMMENTO – Al termine della sfida, riporta “La Gazzetta dello Sport“, Aurelio De Laurentiis, tornato allo stadio, ha commentato la gara prendendosela con i giornalisti: «Già immagi­no quello che scriverete, gli at­tacchi che non ci risparmierete in questa città l’unica co­sa che funziona è il Napoli e voi non siete in grado di difender­lo, lo attaccate in ogni momen­to. Ma dovete sapere che non ho le spalle larghe ma larghissi­me, e vado avanti tranquilla­mente. Voi non dovete attac­care il Napoli. Criticare sempre non fa bene a nessuno. Voi non dovete amare De Laurentiis, ma dovete amare il Napoli».

Condividi