Luis Alberto: «Alla Lazio per non restare disoccupato»

86
derby lombardi
© foto www.imagephotoagency.it

Luis Alberto, arrivato alla Lazio per rimpiazzare Candreva, è un vero e proprio oggetto misterioso. Le sue parole però non faranno piacere ai tifosi laziali

Che fine ha fatto Luis Alberto? Questa la domanda più ricorrente dalle parti di Formello. Il classe ’92 è arrivato in estate alla Lazio per rimpiazzare il partente Antonio Candreva, passato all’Inter, ma è sceso in campo solo due volte collezionando 27 minuti. Il giocatore ha parlato a “Vavel” della sua esperienza in biancoceleste rilasciando alcune dichiarazioni he probabilmente non faranno piacere ai tifosi laziali: «Sono in ritardo di condizione, e questo lo pago. Ma posso dire che questo non è quello che mi aspettavo. Il calcio italiano è complicato, mi devo ancora abituare alle nuove dinamiche. Io credevo di restare al Liverpool poi mi ha chiamato la Lazio e inizialmente non ho preso seriamente la loro proposta ma alla fine ho scelto di venire qui per evitare di rimanere un anno disoccupato (aveva un solo anno di contratto con i Reds, ndr)».
L’ESPERIENZA SPAGNOLA – Prosegue Luis Alberto parlando dell’avventura in Spagna: «A La Coruna sono stato benissimo e sono andato via con molto dispiacere. Ho ottimi ricordi lì e la verità è che sarà sempre un club in cui vorrò tornare. Anche a Siviglia sono stato bene, sarà sempre la mia casa. Ora però sono alla Lazio e vedremo cosa succederà. Sicuramente, ripeto, mi piacerebbe un giorno tornare al Depor».

Condividi