Sacchi sull’Atalanta: «Esempio per il calcio italiano»

142
caldara atalanta roms sacchi
© foto www.imagephotoagency.it

Arrigo Sacchi, ex commissario tecnico della nazionale italiana, si è innamorato del clima e del momento che sta vivendo l’Atalanta, società esemplare nel calcio Italiano

L’ex Commissario tecnico della Nazionale italiana, Arrigo Sacchi, domenica ha assistito al match tra Atalanta e Roma allo stadio comunale di Bergamo. L’allenatore è rimasto colpito dal modo di giocare della squadra di Gasperini e ne ha parlato in un’intervista rilasciata a L’Eco di Bergamo: «L’Atalanta è un esempio per il calcio italiano: serietà, programmazione e vivaio. Bravo Percassi» ha affermato consigliando al club bergamasco di continuare a lavorare in questo modo per vivere un’annata meravigliosa. Tra i tanti giovani che vestono la maglia atalantina, Sacchi ha parole d’elogio per Gagliardini, che conosce da quando si occupava delle nazionali giovanili: «Sapevo sarebbe diventato un grande calciatore, ma ho visto miglioramenti sotto tutti i punti di vista» ha confessato il tecnico, che non accetta paragoni: «Gargliardini come Pogba? No, mi auguro che resti se stesso e lo auguro anche a Conti, Caldara, Petagna».

SUL CALCIO ITALIANO – L’ex tecnico rossonero crede da sempre che nei settori giovanili debbano giocare molti più calciatori italiani, ma neanche lui può nascondere l’apprezzamento per Kessié: «Gli stranieri, se sono forti, aiutano. Lui lo è davvero» ha ammesso, aggiungendo che in questo momento a Bergamo si è realizzata una straordinaria congiunzione di eventi favorevoli che potrebbe portare la squadra di Gasperini a durare il più a lungo possibile, anche se tutto dipenderà dalla bravura del tecnico e della società a mantenere lo stesso clima che si vive in questo momento. Infine, Sacchi, conclude esprimendo un desiderio: «Spero di ritornare a Bergamo ed emozionarmi ancora come contro la Roma».

Condividi