Albiol promette: «Se vinco lo Scudetto, voglio il quinto figlio»

albiol
© foto www.imagephotoagency.it

Il difensore spagnolo del Napoli, Raul Albiol, durante una lunga intervista, ha promesso di allargare la propria famiglia in caso di Scudetto azzurro

Raul Albiol, difensore del Napoli, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Radio Kiss Kiss. Queste le parole del giocatore: «La Spagna ha giocato un ottimo girone di qualificazione ed ha conquistato con merito i mondiali. Mi dispiace molto per l’Italia, perché sono innamorato del calcio italiano, ma quando si gioca un confronto secco, può capitare di essere eliminati anche dalla Svezia. Insigne e Jorginho sono rammaricati, ma proveremo a tirarli su di morale vincendo domani sera. Callejon e Reina, invece, sono tornati molto contenti delle gare disputate con la Spagna e Pepe ha risolto i suoi problemi alla schiena. Buffon? Capisco le sue lacrime, poteva essere il suo ultimo mondiale. Non voglio che pianga anche il primo dicembre (c’è Napoli-Juve, ndr), ma voglio che esca sconfitto dal San Paolo. Come stiamo? Molto bene, anche se in tanti sono partiti con le nazionali. Ci aspetta un ciclo difficilissimo di partite e vogliamo cominciarlo vincendo con il Milan. I rossoneri sono una squadra nuova, dunque è normale che abbia bisogno di tempo, ma è ricca di talento ecco perché dovremo stare attenti». 

Sulla sua vita personale: «Trascorro il tempo libero con mia moglie e i miei 4 figli, ma se vinco lo scudetto voglio anche il quinto, sempre ammesso che mia moglie sia d’accordo. Come ho conosciuto mia moglie? Avevamo un amico in comune: un giorno andai a trovarla sul posto di lavoro e le chiesi il numero di telefono per invitarla a cena. Mai rimandare a domani quel che puoi fare oggi. Obiettivi con il Napoli? Lo Scudetto, anche se sappiamo che sarà difficile. Siamo partiti forte, ma anche le altre squadra stanno andando alla grande. Penso si deciderà tutto nelle ultime gare della stagione e noi dovremo essere lì e provarci. Champions? Non dipende più solo da noi, proveremo a fare sei punti, sperando che il City batta lo Shakhtar. Il cibo italiano? Molto buono, il vostro prosciutto crudo batte quello spagnolo 2-0. Tra sangria e vino scelgo entrambi, invece tra mozzarella e i formaggi spagnoli vince per distacco la prima. Il napoletano? Non lo capisco, ma mi piace ascoltare Insigne quando parla».