Allegri non esulta: «Squadra disconnessa, salvo solo il risultato»

allegri juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Allegri si tiene stretta la vittoria contro lo Sporting Lisbona ma non nega i problemi della Juventus

È un Max Allegri tutt’altro che contento quello che si è presentato ai microfoni di Premium Sport per commentare la vittoria per 2-1 sullo Sporting Lisbona. Tre punti che avvicinano i bianconeri alla qualificazione ma con una prestazione che non ha affatto convinto: «Tutta la squadra nel complesso ha fatto una buona prestazione, non è mai facile in Champions League. Ma non bisogna esaltarci, è un passo importante verso la qualificazione. Adesso occorre riprendere il cammino in campionato, ci dobbiamo riconnettere». 

Il tecnico toscano poi sottolinea il momento opaco di alcuni giocatori: «In questo momento qualcuno è un po’ disconnesso e non siamo molto brillanti: qualcuno non gioca, qualcuno è tornato così così dalle nazionali. Ci vuole concentrazione, quanto fatto l’anno scorso è il passato». Allegri poi commenta anche la prestazione di Higuain: «Ha fatto una buona prestazione come quella di tutta la squadra. Non c’è un calo nel lavoro quotidiano. Ma fino a novembre è una stagione, da novembre in poi c’è un’altra stagione».

In generale la Juventus sembra soffrire di clamorosi cali di concentrazione che stanno penalizzando il suo percorso: «Delle ultime tre partite che abbiamo fatto (Atalanta, Lazio e Sporting) quella che abbiamo giocato peggio è forse quella di stasera. Ma i risultati fanno cambiare le opinioni. Anche se Dybala avesse segnato i due rigori i blackout avuti sarebbero comunque rimasti. Il risultato conta tanto, ma è chiaro che sono nettamente da migliorare le prestazioni».