Andrè Silva senza freni: «A chi mi ispiro? A nessuno, sono unico»

andré silva porto
© foto www.imagephotoagency.it

Il centravanti del Milan ha parlato alla tv ufficiale rossonera. Tra vita privata e campo: ecco il profilo di Andrè Silva

Il botto di mercato del Milan, Andrè Silva, partirà con la Nazionale portoghese per la Confederations Cup che si giocherà in Russia e sarà uno dei motivi di interesse, per i tifosi rossoneri. L’attaccante ha parlato a “Milan Tv” raccontando alcune curiosità: «Prima di fare il calciatore ho sperimentato altri sport. Ho fatto karate, nuoto, hockey su pista. Sono sempre stato molto competitivo, mi piace vincere, mi piace l’adrenalina ed è così per tutti gli sport che ho fatto. Ho scelto il calcio perché è lo sport di tutti, era più facile da giocare a scuola. Ruolo? In Portogallo, all’inizio, ho giocato da centrocampista. Poi mi hanno spostato in attacco, sull’esterno, e con mister Joao ho iniziato a fare la prima punta. Non posso dire che ero felice perché non credevo di poter giocare in quel ruolo, ma il campo ha risposto bene. Modelli da seguire? Nessuno? Ho sempre pensato di essere me stesso: voglio essere unico e originale e non la copia di qualcun altro. Per chi tifo? Per il Porto. Oggi sono del Milan e voglio dare il massimo per il Milan».