Ante Coric, tutto quello che non sai sulla stella croata che piace alle grandi d’Europa

Ante Coric, tutto quello che non sai sulla stella croata che piace alle grandi d’Europa
© foto Ante Coric

Alla scoperta di Ante Coric, classe 1997 croato nel mirino delle big d’Europa. Ecco le sue caratteristiche tecniche

Una nuova stella del calcio croato: Ante Coric, classe 1997 in forza alla Dinamo Zagabria, ha attirato da tempo le attenzioni dei grandi clubs europei. Trequartista naturale, è un giocatore duttile impiegabile anche in altri ruoli, considerato il suo grande movimento tra le linee che fa di lui un vero tuttocampista. Alla Dinamo Zagabria dal 2013, Ante Coric ha già guadagnato diverse convocazioni con la Nazionale croata maggiore, pur restando maggiormente impegnato con l’Under 21. Vicino al trasferimento al Liverpool in estate, alla fine è rimasto a casa tra la voglia di crescere ancora e il desiderio di militare in un grande club, obiettivo che si potrà concretizzare nei prossimi mesi. Su di lui, gli occhi di mezza Europa: oltre a Liverpool e altri club inglesi come Tottenham e Manchester City, anche Juventus e Inter e Roma. Il ‘nuovo Modric‘, come è stato definito, ha già fatto parlare tanto e bene di sè, sognando quel salto di qualità che ormai è all’orizzonte.

ANAGRAFICA

Nome e cognome: Ante Coric

Data di nascita: 14 aprile 1997

Club: Dinamo Zagabria

Nazionalità: Croata

RUOLO E CARATTERISTICHE TECNICHE

Ruolo naturale: Trequartista

Ruolo alternativo: Ala sinistra

Ruolo potenziale: Centrocampista

Piede: Destro

Punti di forza: Ante Coric ha grandi qualità tecniche ed è molto elegante palla al piede. Agile, spicca nel dribbling e nei suggerimenti per i compagni. Pur esprimendosi meglio con il piede destro, non sfigura con quello sinistro. Giocatore duttile e di movimento, può essere impiegato, oltre che nel ruolo naturale di trequartista, anche a centrocampo e come esterno sinistro.

Punti deboli: Fisicamente non strutturato (172 cm per 68 kg), può andare in difficoltà contro gli avversari più fisici. A tratti è tatticamente prevedibile e, considerato il suo ruolo, può incidere maggiormente in fase realizzativa.

POTENZIALE

Campionato ideale: Obiettivo top campionati europei. Ante Coric, da mesi, è monitorato in particolare da squadre di Premier League e Serie A. Questa stagione con la Dinamo Zagabria dirà se il giocatore è definitivamente pronto per approdare in Italia o Inghilterra, senza escludere un campionato meno tattico e fisico come la Liga, a cui Coric è potenzialmente adattabilissimo.

Chi ci ricorda: In Croazia è stato definito il ‘nuovo Modric‘; anche se il paragone è forzato e comunque dettato dalle origini comuni dei due giocatori, Ante Coric ricorda nelle movenze il centrocampista del Real Madrid. Non solo, perchè il classe 1997 è stato addirittura chiamato il ‘Messi croato’ per la sua grande abilità nel saltare l’uomo.

Dove può arrivare: In estate è stato vicino al trasferimento al Liverpool. La sua permanenza alla Dinamo Zagabria non lo sta soddisfacendo e Ante Coric è pronto a partire nei prossimi mesi. Dalla Premier League, come riportato, è vivo l’interesse di altre grandi squadre (Tottenham su tutte) e il croato è proprio lì che vorrebbe approdare. E la Serie A? Coric è stato monitorato in passato da Milan, Napoli e Sampdoria, mentre adesso le squadre che lo osservano con più attenzione sono Juventus e Inter. Il talento classe 1997 può adattarsi al nostro campionato pur dovendosi abituare a dettami tattici diversi.

SEGNI PARTICOLARI

Nato a Zagabria, a 11 anni scelse il trasferimento alle Giovanili del Salisburgo nonostante le chiamate di clubs come Bayern Monaco e Chelsea, già desiderosi di inserirlo nei propri vivai. Nel 2013 il ritorno alla Dinamo Zagabria (dove Coric aveva già militato coi più piccoli tra 2006 e 2008). Nell’aprile 2014 guadagna la prima convocazione in prima squadra, festeggiando, nel mese successivo, la prima rete in campionato tra i ‘grandi’ a soli 17 anni. Sempre con l’allenatore Zoran Mamic, trova continuità d’impiego e di rendimento nella stagione successiva, giocando, a più riprese, schierato insieme al futuro juventino Marko Pjaca. In mezzo, l’esordio con la Croazia Under 21, di cui è diventato un punto fermo. In un continuo crescendo, nel maggio 2016 arriva la prima chiamata in Nazionale maggiore (in amichevole contro la Moldavia) e successivamente il ct Ante Cacic lo convoca anche per gli Europei francesi del 2016 (in cui il classe 1997 non collezionerà alcuna presenza).

Ante Coric lascia un ulteriore segno nel suo club nel luglio 2016: nella partita del terzo turno preliminare di Champions League contro la Dinamo Tbilisi è protagonista con un assist e una rete; una segnatura che lo fa diventare il più giovane marcatore di sempre della Dinamo Zagabria nella massima competizione europea. Conquistata la fase finale di Champions, Ante Coric affronterà la Juventus nell’ultima gara dei gironi allo Stadium poi persa 2-0. Legato alla Dinamo Zagabria da un contratto fino al 2022, il giovane talento sta probabilmente vivendo la sua ultima stagione nel club della sua città natale. Ante Coric è pronto a spiccare il volo verso il grande calcio.