Come vedere Argentina-Croazia in streaming e in diretta tv

Argentina-Croazia, seconda giornata girone D Mondiali Russia 2018: le info per vedere la partita in diretta ed in streaming, probabili formazioni, precedenti, info e curiosità

Argentina-Croazia è il match valido per la seconda giornata del gruppo D dei Mondiali di Russia 2018: l’incontro, che precede di qualche ora l’altro del raggruppamento – Nigeria-Islanda – previsto per domani, è già decisivo per le sorti di ambedue le nazionali. La partita è in programma alle 20 (ora italiana) presso lo Stadio Nizny Novgorod nell’omonima città russa, praticamente a un passo dalle rive del fiume Volga. L’Argentina, dopo l’inaspettato pareggio 1 a 1 della prima contro la coraggiosa Islanda, si gioca già moltissimo: gli uomini del commissario tecnico Jorge Sampaoli, esposti alle critiche in patria – e non solo – negli ultimi giorni, sanno di non potersi permettere un ulteriore passo falso se vogliono strappare il pass per gli ottavi di finale. Dipenderà soprattutto da Leo Messi, autore di un errore madornale dal dischetto sabato scorso. Contro però l’Albiceleste avrà l’ottima Croazia già vista all’opera contro la Nigeria (vittoria netta per 2 a 0): la selezione di Zlatko Dalic – che lunedì ha rimandato a casa il milanista Nikola Kalinic dopo che quest’ultimo si era rifiutato di entrare in campo nella scorsa partita – vincendo avrebbe tra le mani il passaggio del turno.

Argentina-Croazia verrà trasmessa a partire dalle ore 20 in diretta in chiaro sulle frequenze di Canale 5 (anche in HD al canale 505 del digitale terrestre) e su quelle di Mediaset Extra (canale 34 del digitale terrestre, 534 in HD) con il commento irriverente della Gialappa’s Band, ma non solo. La gara potrà essere infatti seguita anche in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOs, Android e Windows Mobile direttamente dal sito di Mediaset ed in radio sulle frequenze di Radio 1. Ricordiamo inoltre che la partita sarà disponibile in diretta testuale live sul nostro sito con ampio pre-partita, quindi sintesi, pagelle ed approfondimenti alla fine.

 CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI ARGENTINA-CROAZIA 


Argentina-Croazia: probabili formazioni

QUI ARGENTINA – Sampaoli non dovrebbe recedere dalle proprie intenzioni di inizio Mondiale e – nonostante il passo falso di sabato – confermare integralmente sia il 4-2-3-1 della sua Seleccion, sia gli interpreti in campo. Confermatissima come unica punta allora il Kun Sergio Aguero, autore del momentaneo vantaggio argentino contro l’Islanda, così come alle sue spalle il trio composto sugli esterni da Angel Di Maria e Maximiliano Meza e, al centro, ovviamente da Messi, chiamato ad un pronto riscatto dopo un esordio russo davvero terrificante. Anche in difesa e a centrocampo – con Lucas Biglia ad impostare la manovra al fianco di Javier Mascherano frangiflutti – nessuna novità. In porta arriva la conferma pure per Wilfredo Caballero, al centro del bersaglio da parte della critica argentina dopo la prova incerta di sabato scorso.

QUI CROAZIA – Anche Dalic dovrebbe confermare la stessa formazione – nel modulo, lo speculare 4-2-3-1, e negli interpreti – che bene ha fatto contro la Nigeria. Più sicuro che mai del posto lo juventino Mario Mandzukic che ora, privo della concorrenza di Kalinic in rosa, si trova praticamente ad essere l’unico vero terminale offensivo di peso della selezione croata. Dietro di lui gli esterni Ante Rebic e l’interista Ivan Perisic, sulla trequarti l’ottimo Andrej Kramaric che ancora una volta ha la meglio nel ballottaggio interno con l’altro interista Marcelo Brozovic. A centrocampo il solito duo ultra-tecnico formato da Ivan Rakitic e Luka Modric, nessuna possibilità dunque di vedere in campo Mateo Kovacic, condannato ancora una volta alla panchina.

PROBABILI FORMAZIONE ARGENTINA (4-2-3-1) – Caballero; Salvio, Otamendi, Rojo, Tagliafico; Biglia, Mascherano; Meza, Messi, Di Maria; Aguero. Allenatore: Sampaoli
PROBABILI FORMAZIONE CROAZIA (4-2-3-1) – Subasic; Vrsaljko, Vida, Lovren, Strinic; Rakitic, Modric; Rebic, Kramaric, Perisic; Mandzukic. Allenatore: Dalic

messi argentina mondiali 2018


Argentina-Croazia: curiosità e statistiche

  • Quinta sfida complessiva tra Argentina e Croazia: nelle precedenti quattro due vittorie per l’Albiceleste, un vittoria croata ed un pareggio
  • L’unico precedente tra le due formazioni ad un Mondiale risale a Francia ’98, sempre nella fase a gironi: vittoria argentina per 1 a 0 grazie al gol di Mauricio Pineda
  • Croazia al quinto Mondiale nella sua storia, nei precedenti quattro ha sempre affrontato una squadra sudamericana… ed ha sempre perso
  • Messi ha già affrontano la Croazia con la maglia dell’Argentina due volte ed in entrambe le occasioni è andato in gol: nel marzo 2006 proprio contro la nazionale balcanica segnò il suo primo gol in nazionale
  • Contro l’Islanda Messi ha tirato undici volte in porta (pur senza segnare): record personale in un Mondiale per lui
  • Con l’Argentina ai Mondiali Messi non ha segnato nessun gol in occasione degli ultimi ventuno tiri in porta tentati, l’ultima rete è del giugno 2014 contro la Nigeria (prossima avversaria argentina anche in questo Mondiale)
  • L’Argentina ha pareggiato la prima con l’Islanda, non le capita di non vincere le prime due partite di un Mondiale dal lontano 1974
  • La Croazia, al contrario, non vince due gare consecutive di un Mondiale dal 1998
  • Nelle ultime cinque partite delle ultime edizioni Mondiali la Croazia è sempre andata in gol almeno una volta: è la striscia personale migliore della loro storia
  • Il croato Vedran Corluka, qualora dovesse giocare contro l’Argentina, sarebbe alla centesima partita in nazionale: si tratterebbe del secondo giocatore attualmente nella rosa della Croazia a raggiungere questo traguardo dopo Modric

Argentina-Croazia: l’arbitro del match

L’arbitro di Argentina-Croazia sarà l’uzbeko Ravshan Irmatov, 40 anni, eletto miglior fischietto asiatico nel 2008, nel 2009, nel 2010 e nel 2010. Irmatov è uno degli arbitri più esperti presenti a questo Mondiale, essendo alla terza manifestazione iridata della sua carriera dopo Sudafrica 2010 (in cui diresse anche la partita inaugurale Sudafrica-Messico 1 a 1) e Brasile 2014. Nelle due rassegne mondiali precedenti Irmatov ha avuto modo di arbitrare sia l’Argentina che la Croazia: l’Albiceleste al Mondiale 2010 sia nella fase a gironi contro la Grecia (2 a 0 argentino), sia ai quarti contro la Germania (pesante sconfitta per 0 a 4). La nazionale croata è stata invece diretta dall’uzbeko ai Mondiali 2014 nella fase a gironi (sconfitta per 1 a 3 contro il Messico).


Leggi anche: MONDIALI RUSSIA 2018: IL TABELLONE COMPLETO

Leggi anche: MONDIALI 2018: PROBABILI FORMAZIONI PRIMO TURNO