Inter: Gundogan affare possibile, ma serve il sacrificio di Perisic

Inter: Gundogan affare possibile, ma serve il sacrificio di Perisic
© foto www.imagephotoagency.it

L’Inter punta a Ilkay Gundogan: il centrocampista del Manchester City è valutato 40 milioni, la stessa cifra che i nerazzurri otterebbero dalla cessione di Ivan Perisic

Dopo il rifiuto incassato dal Barcellona per Ivan Rakitic, l’Inter si rituffa sul mercato alla ricerca di un centrocampista per l’estate: il nome buono degli ultimi giorni pare essere quello di Ilkay Gundogan, giocatore per cui il direttore sportivo nerazzurro Piero Ausilio si sarebbe già mosso concretamente. Il centrocampista del Manchester City ha un contratto in scadenza nel 2020 e, a differenza di Rakitic (trattenuto dal suo allenatore, Ernesto Valverde), vive un periodo di frizioni con il club di appartenenza: dopo il rigore fallito in Champions League da Sergio Aguero contro il Tottenham, Gundogan aveva riferito alla stampa di non essere soddisfatto dell’atteggiamento mostrato dai compagni, beccandosi la risposta piccata del suo allenatore, Pep Guardiola («Non sono assolutamente d’accordo con lui»).

La cessione del tedesco da parte del Manchester City è insomma tutt’altro che un’ipotesi irrealistica, ma per arrivare a lui l’Inter dovrà fare dei grossi sforzi economici, segnala stamane Tuttosport: 8 milioni netti l’anno è l’ingaggio di Gundogan in Inghilterra attualmente, 40 sono invece i milioni richiesti dai Citizens per cederlo in estate. Cifre che comunque, stando alle indiscrezioni, Beppe Marotta avrebbe già in mente di incassare tramite il sacrificio di Ivan Perisic, ricercato in Premier League e valutato dai nerazzurri, guarda caso, circa 40 milioni di euro.