Lazio, Pioli: «Felipe Anderson? Non so se resta» | PS

© foto www.imagephotoagency.it

L’allenatore biancoceleste tra il pareggio in rimonta e il mercato

Pareggio in rimonta per la Lazio, che ha strappato un punto al Bologna nel secondo tempo. Rammarico a fine partita per Stefano Pioli, che ai microfoni di Premium Sport ha dichiarato: «Prova superata a metà. La squadra può giocare 90 minuti come nel secondo tempo. Il risultato è positivo per come si era messa la partita, ma l’obiettivo è scalare la classifica per tornare in alto e, quindi, serve una prestazione con intensità e qualità diverse. Candreva? Il Bologna aveva messo un attaccante e noi avevamo troppi giocatori offensivi. La partita si è complicata subito per un’ingenuità, il Bologna ha fatto la partita che dovevamo fare noi. Se vogliamo scalare la classifica dobbiamo ripartire dal secondo tempo. Felipe Anderson resta? Non so. Il mese di gennaio è bello per i giornalisti, non per gli allenatori. Sta lavorando con molta attenzione per tornare in condizione».

MARGINI DI CRESCITA – Pioli ha aggiunto: «Possiamo lavorare su tanti aspetti, a partire dall’approccio, ma c’è il carattere per riprendere le partite. Le prestazioni singole aiutano la squadra a crescere. E’ una stagione difficile, ma può essere ancora positiva. Possiamo raggiungere ancora obiettivi importanti. Accoglienza Dall’Ara? E’ stata emozionante. L’esperienza al Bologna è stata importante. Ho ricevuto tantissimo dalla società e dalla città, sono orgoglioso e soddisfatto di ciò».