Connettiti con noi

Calcio italiano

Cellino e il maxi sequestro: «Se tutti pagassero le tasse come me…»

Pubblicato

su

Cellino

Il presidente del Brescia Cellino ha commentato il maxi sequestro di 59 milioni nei suoi confronti

Massimo Cellino, presidente del Brescia, in una intervista a La Gazzetta dello Sport ha commentato il maxi sequestro di 59 milioni nei suoi confronti posto dal Tribunale del Riesame.

TASSE – «È una faccenda indescrivibile, e dai giocatori voglio solidarietà. Mi trovo in imbarazzo, sono mortificato. Proprio un bel regalo di compleanno. Stavo partendo per raggiungere la famiglia, ho annullato tutto. Parliamo di una cartella esattoriale del 2011, che non mi è stata notificata perché ero residente inglese: una cartella pagata e conciliata con l’Ufficio delle Entrate con il chiarimento per ritardata presentazione della documentazione. 

Le tasse vanno pagate: se le pagassero tutti come le pago io l’Italia sarebbe un posto migliore. Io non sono un disonesto, non ho 200 milioni di debito fiscale come altre società. Sono innocente, ho ascoltato delle ricostruzioni pazzesche. Sembrava che la pm stesse parlando di un’altra persona».

News

video