Ci siamo, la Roma passa a DiBenedetto

© foto www.imagephotoagency.it

Finalmente è fatta. Dopo giorni, mesi e anni di trattative la Roma ha un nuovo proprietario. Poco prima delle 22, ore italiane, allo studio Bingham c’è stata la firma di Thomas DiBenedetto sull’accordo con UniCredit per la cessione definitiva del club giallorosso.

Di Benedetto, Pallotta, D’Amore e Ruane. Questi sono i nomi dei nuovi proprietari dell’As Roma.

Questa l’agenzia che ratifica l’accordo delle 00.58: La cordata americana di Thomas DiBenedetto ha firmato un contratto preliminare per l’acquisto dell’As Roma. L’accordo – raggiunto con la controllata di Italpetroli, Roma 2000 – prevede il passaggio del pacchetto di controllo del club giallorosso, pari al 67% del capitale, nelle mani della cordata americana (al 60%) e di UniCredit (al 40%).

Adesso bisognerà  aspettare le prossime fasi: il lancio dell’OPA e il via libera della Consob.

Queste le prime battute in conferenza stampa:

“Grazie a tutti per essere venuti qui. Spero che la vostra permanenza sia gradevole e vi divertiate qui. Godetevi il pesce di Boston che è ottimo”

Si può dire conlcuso il deal?

“Si l’affare è concluso. Aspettiamo le verifiche ora di rito nelle prossime settimane”

E’ stato una trattativa complicata. Mai avuto idea di mollare?

“Ci sono state cose complicate. Il premio da pagare per una cosa come la roma deve essere per forza di alto livello, ma mai ho avuto idea di mollare. Grazie anche ai miei soci che hanno sempre sostenuto il progetto”

Berlusconi le ha dato il benvenuto nel calcio italiano

“Sono grato per questo. Il nostro obiettivo è di avere lo stesso successo che lui ha avuto con il Milan”

Si possono avere dettagli del deal?

“Al momento non li possiamo dare. A breve uscirà  un comunicato stampa”

Lei cosa vuole portare di Boston a Roma e viceversa?

“Da Roma porterei a Boston il Colosseo e a Roma lo stadio dei Red Sox”

Questa operazione è stata circondata spesso da scetticismo. Ci sono state speculazioni mediatiche. E’ stato perplesso da questo trattamento?

“Non mi aspettavo tutta questa attenzione. Ma anche questo appoggio dalla stampa. Evidentemente siamo stati premiati per i nostri sforzi. Ho sempre sentito la passione per lo sport, da mio padre che ha giocato nella Soccer League fino ai miei figli, che continuano a praticare sport”

Si parla di fair play finanziario ma i tifosi si aspettano grandi nomi di mercato

“Con le nuove regole, scegliere bene i giovani è fondamentale. Quelli bravi. Per questo ci vogliono i migliori manager, di cui avremo bisogno. La Roma già  ne ha alcuni. Faremo di tutto per attirare i giovani migliori a giocare con la Roma”

Il fatto di essere italo americano quanto lo ha influenzato nella scelta della Roma

“Questo deal è stato importantissimo. Amo Roma, ho degli amici a Roma. E poi come ripeto mio padre ha vissuto in Italia”

QUESTE LE PAROLE DEL DOTT. FIORENTINO

“Roma è un brand straordinario. Il calcio è passione. Siamo felice di associarti ad un gruppo americano. Ci sono grande idee per valorizzare il marchio e noi siamo felici. Hanno nel loro DNA il senso di essere italiani che da un minimo di suggestione romantica. Stiamo cercando investitori anche in Italia, c’è grande interesse. Valuteremo gli investitori giusti”