Connettiti con noi

Atalanta News

Consigli Fantacalcio 13^ Giornata Serie A: chi schierare gara per gara

Pubblicato

su

consigli fantacalcio

Ritorna l’appuntamento con i Consigli Fantacalcio sulla 13^ Giornata di Serie A che inizierà con l’anticipo del venerdì tra Atalanta e Spezia

Tra azzardi e sorprese, conferme o delusioni, ecco i nostri Consigli Fantacalcio su chi schierare, e chi magari no, nella 13^ Giornata di Serie A:

CLICCA QUI PER LE PROBABILI FORMAZIONI

AtalantaSpezia. Si riparte da Bergamo laddove la Dea deve ritrovare confidenza e continuità e si ritrova l’avversario ideale per una sfida all’arma bianca, frizzante e aperta. Dunque fiducia piena agli attacchi, da Zapata a Ilicic, da Malinovskyi a un Muriel sin qui poco produttivo. Ci stanno eccome Zappacosta e Maehle, così come Pasalic e Koopmeiners, mentre in difesa tra Toloi, Palomino e Djimsiti può essere pomeriggio da bonus. Difficile tentare l’impresa per gli Aquilotti, meglio provare a portare a casa la pagnotta con il solido Bastoni, il solito Maggiore e l’ex Kovalenko che ha colpi in canna di qualità. Davanti c’è come al solito da azzardare il colpo: e se fosse Antiste?

LazioJuventus. Sfida da ex per Sarri che difficilmente avrà Immobile, quindi restano Luis Alberto e Milinkovic come totem cui aggrapparsi, mentre nel tridente di giornata Felipe Anderson è la scelta più logica. Acerbi non è in forma smagliante ma rimane il più affidabile, un colpetto da Lazzari prima o poi ci starebbe bene. Dal lato bianconero Cuadrado e Chiesa sono sempre capaci di scompaginare i piani altrui, Morata ha segnato con la Roja ma non è una prima scelta in assoluto. Fiducia in Bonucci e De Ligt, così come nei concreti Danilo e Locatelli.

FiorentinaMilan. Insomma, la difesa Viola fa acqua da tutte le parti e il solo Biraghi può garantire una sufficienza. Meglio dalla cintola in su con Bonaventura che ci piace un sacco, così come il redivivo Saponara, entrambi da ex per altro. Là davanti Vlahovic e nulla più. Pioli sorride un pochino di più e l’accoppiata (con adeguata copertura) IbraGiroud si mette, insieme magari a Brahim e al frizzante Leao. Bene Tonali e Kessié, benissimo Theo e Kjaer.

SassuoloCagliari. Neroverdi ancora troppo discontinui, non Frattesi ormai star della mediana. Fiducia anche in Berardi e Scamacca, comunque un filo più affidabili di Traore e Raspadori. Toljan e Ferrari i preferiti tra i difensori. In casa Mazzarri c’è ancora da soffrire, tentiamo le carte Bellanova e Dalbert, mentre da Nandez e Marin ci si attende sempre qualcosa in più. Intoccabile Joao Pedro, perché no anche l’ex Pavoletti.

BolognaVenezia. Sfida interessante tra formazioni on fire, con Arnautovic uomo faro. Da schierare Soriano e Barrow, la freccia Hickey e la possibile sorpresa Skov Olsen. Via libera anche a Svanberg e Theate, idea valida Skorupski. Tra i lagunari Mazzocchi ha corsa e forza per non sottostare, Caldara comincia a carburare, Busio è già realtà piacevolissima. Davanti vamos con Okereke e Aramu, una sentenza sui piazzati.

SalernitanaSampdoria. Eh insomma, sui difensori granata è sempre una fatica ma tra tutti andiamo con l’esperienza di Gagliolo. Non granché meglio guardando al centrocampo, dunque confidate nella classe senza età di Ribery, mentre in attacco l’opzione più concreta è l’ex Bonazzoli. D’Aversa si gioca tutto o quasi all’Arechi, su Caputo e Quagliarella stavolta si deve puntare a occhi chiusi. Indiscutibile la mossa Candreva così come un Thorsby sempre pericoloso anche in fase aerea. Tra i difensori, ci stanno Augello e Bereszynski, al pari di Audero tra i pali.

InterNapoli. Big match a San Siro con mille variabili: tra i campioni in carica Skriniar non si discute, al pari di Barella e Brozovic così come Darmian e l’assatanato Perisic si possono mettere. Dzeko, Lautaro e Correa sì anche dalla panchina. Tra gli sfidanti invece non si prescinde dall’immenso Koulibaly, mentre Di Lorenzo contro l’ala croata può lottare e provare a infastidire. Zielinski e Ruiz i centrocampisti da seguire con attenzione, Osimhen più di Insigne e Lozano, comunque schierabili.

GenoaRoma. L’esordio di Sheva è già complicatissimo per le numerose assenze: non si esagera, mi raccomando, e si va sull’esperienza con Sturaro piuttosto che un Pandev in atmosfera derby. Sì alla freschezza di Rovella e Cambiaso. In casa giallorossa è ansia covid, dunque c’è da stare attenti: Mancini e Karsdorp i difensori da valutare, poi si va in sicurezza su Veretout e sui big, da Pellegrini ad Abraham, passando per l’ex Shomurodov.

Hellas VeronaEmpoli. Le due rivelazioni del campionato a confronto nel lunedì sera, con Simeone, Caprari e Barak interpreti di un tridente clamoroso per rendimento. Occhio di riguardo per Faraoni e Veloso, utili anche Gunter e Montipò. In casa toscana fiducia a Stojanovic e Zurkowski, a Henderson e a un Pinamonti quanto mai in condizione. Ci stanno anche Bajrami e Di Francesco.

TorinoUdinese. Chiudiamo i nostri Consigli Fantacalcio con un match nel quale Belotti può essere la prima scelta d’attacco, ma Pjaca e Brekalo sanno come far male alle spalle del Gallo. La freccia Singo non si tocca, Lukic e Pobega valgono eccome la puntata, così come il colosso Bremer e magari Milinkovic tra i pali. In casa friulana Beto è ormai certezza, con Pereyra e Deulofeu validissimi scudieri. Molina merita spesso e volentieri la vostra fiducia, Nuytinck sempre colui che può rendere granitico il vostro reparto arretrato.

News

video