Coronavirus, top club di Serie A in difficoltà: «Problemi di liquidità»

Iscriviti
Serie A
© foto www.imagephotoagency.it

Andrea Sartori, Global Head of Sports di KPMG, ha commentato i dati relativi alle perdite dei club europei durante il 2020

Andrea Sartori, Global Head of Sports di KPMG, ha commentato i dati relativi alle perdite dei club europei durante il 2020 a causa dell’emergenza Coronavirus. Tra i più colpiti Juventus, Paris Saint-Germain, Porto, Milan e Roma.

«Mentre le recenti stagioni pre-Covid hanno dimostrato una crescita costante e stabile per quasi tutti i campioni dei campionati più importanti d’Europa, la scorsa stagione è stata angosciante per tutti, anche se in misura diversa. La crisi del Coronavirus ha messo in dubbio la sostenibilità finanziaria dell’ecosistema calcistico nel suo complesso e ne ha ulteriormente esposto la fragilità. Anche prima della pandemia, lo stipendio dei giocatori gonfiato, insieme alle crescenti commissioni per trasferimenti e agenti, poneva una notevole pressione sulle finanze dei club. La crisi ha amplificato questi difetti nell’attuale modello di business. I club hanno dovuto improvvisamente affrontare problemi di liquidità con tutti i loro flussi di reddito influenzati dall’assenza di ricavi da matchday, oltre alla rinegoziazione, sospensione o annullamento dei pagamenti da media e da partner commerciali».