Doppietta di Denis: l’Atalanta batte l’Udinese e ritrova la vittoria

© foto www.imagephotoagency.it

Successo meritato per gli uomini di Colantuono, che salgono a quota 6

ATALANTA SERIE A UDINESE SINTESI – Con una prestazione convincente, l’Atalanta torna alla vittoria, piegando l’Udinese di Guidolin. Decisiva una doppietta del ‘Tanque’ Denis, ma i nerazzurri nel complesso hanno meritato il successo. Udinese inspiegabilmente non pervenuta: pasticcioni in difesa e mai pericolosi in attacco, i friulani cadono ancora.

DENIS C’E’ – Partita bloccata sin dalle primissime battute. I padroni di casa, pungolati dalle critiche piovute in settimana, partono all’arrembaggio, ma i cross degli esterni – attivissimi – vengono neutralizzati dalla difesa ospite. Tra il decimo e il ventesimo i nerazzurri chiedono tre calci di rigore che, per la verità, potrebbero starci: sul primo, Bonaventura salta Hertaux, che lo tocca in area. Forse meno netto, e infatti l’arbitro fa proseguire. Cinque minuti più tardi, però, il numero 10 di casa è placcato vistosamente da Basta: anche in questa occasione per Giacomelli è tutto regolare. Ancor più clamoroso il terzo: Lucchini viene agganciato da Hertaux al momento di concludere a rete, Giacomelli lascia proseguire e l’Udinese parte in contropiede, con Maicosuel che spara sull’esterno della rete a tu per tu con Consigli. L’Atalanta non si distrae e ricomincia a spingere: prima Moralez impegna Kelava da ottima posizione, poi ‘El Frasquito’ serve un pallone d’oro per Denis, che da due passi spara sull’estremo difensore ospite. I ritmi calano con il passare dei minuti, ma proprio allo scadere i nerazzurri trovano il meritato vantaggio: cross dalla bandierina, Raimondi spizza per Denis, che di testa insacca. Atalanta avanti per uno a zero dopo quarantacinque minuti: il risultato più giusto.

INIZIO SHOCK – Apertura di ripresa con il botto: su una punizione dai trenta metri, Stendardo strattona Danilo proprio sotto gli occhi dell’arbitro, che senza indugi concede il calcio di rigore. Quando Di Natale sembra pronto per la realizzazione, la svolta: Faverani, l’assistente dell’arbitro, chiama a sé Giacomelli e gli fa cambiare la decisione. Tutto giusto, però, perché Danilo parte da posizione irregolare: chiamata difficile ma giustissima. Superato il momento di confusione, la partita ricomincia su binari diversi da quelli del primo tempo: l’Atalanta non si getta più all’arrembaggio, ma aspetta e controlla con ordine.  L’Udinese, invece, resta sostanzialmente quello della prima frazione: lento, macchinoso e prevedibile. E infatti al diciottesimo arriva il raddoppio dei nerazzurri: Cigarini smarca Denis, che controlla benissimo e batte Kelava. La reazione dei friulani è veramente poca cosa e porta la firma del giovane Nico Lopez, che con un paio di conclusioni impegna Consigli. Nel recupero Hertaux si divora il 2-1, ma a gara praticamente chiusa. Dopo tre sconfitte consecutive, l’Atalanta torna a vincere: punteggio giusto per quanto s’è visto in campo.