Dzeko lotta per lo Scudetto: «Ma la favorita resta la Juventus»

dzeko chelsea-roma
© foto www.imagephotoagency.it

Kicker intervista Edin Dzeko: i sogni Scudetto da contendere alla Juventus, il prossimo derby Roma-Lazio, l’utilizzo del VAR

Edin Dzeko, attaccante della Roma, si è concesso per un’intervista alla testata tedesca Kicker, parlando del momento stagionale vissuto dalla formazione di Di Francesco con il derby alle porte: «Dal 2011 la Juventus ha sempre vinto lo Scudetto e hanno speso 90 milioni di euro per Higuain. Se spendi tanto e non vinci c’è qualcosa che non torna. Quest’anno il campionato è più equilibrato ma i favoriti restano loro. Ho ancora due anni per portare lo Scudetto a Roma. Sabato avremo il derby con la Lazio e per chi non lo vive è difficile capire: se vinci la vita è più bella per i tifosi. Vivremo il derby più caldo, finalmente le proteste delle tifoserie son finite ed era triste giocare sfide così in un uno stadio semi-vuoto».

Prosegue Dzeko parlando della sua avventura in Italia, a partire da una prima stagione in cui era finito nell’occhio del ciclone della critica per alcuni errori sotto porta: «Con i social hanno tutti qualcosa da dire: se le critiche arrivano da un addetto ai lavori le accetto, ma purtroppo sono in tanti a giudicare realtà che non comprendono. Queste critiche le ignoro: avrei potuto lasciare la Roma dopo il primo anno ma non sono un uomo che molla e io e la mia famiglia qui stiamo benissimo. Non siamo robot, abbiamo alti e bassi: qui a Roma il calcio assume un’importanza esagerata e i tifosi sono incredibilmente fanatici, allo stesso tempo giocare davanti a loro ti dà una spinta in più. Var? A volte dopo un gol è strano perché non sai se esultare o aspettare l’arbitro, ci si deve ancora abituare: va ben dosata, senza usarla troppo».