Empoli: Caputo è il tuo uomo! Rimonta da urlo per gli uomini di Vivarini

empoli
© foto www.imagephotoagency.it

Sotto di tre reti gli uomini di Vivarini raggiungono un pareggio insperato grazie alla doppietta in pieno recupero di Francesco Caputo. Venerdì nero per il Frosinone.

Per un tifoso super-partes è stata senza dubbi una partita emozionante, per i tifosi del Frosinone c’è da mangiarsi mani e polsi, per i sostenitori biancoazzurri invece una rimonta da perdere il cuore. E’ l’Empoli di questa stagione: una squadra che sa emozionare e riesce a trovare in ogni partita delle energie per trasformare anche un semplice pari in una partita da ricordare per sempre. Ed è successo nel venerdì del black friday: un’altra partita a cui la formazione toscana sembrava non arrivare pronta, ed infatti nel giro di un quarto d’ora era già sotto di una rete per il bel gol di Ciano, ma l’attaccante ciociaro aveva in serbo un altro scherzetto per gli uomini di Vivarini e poco dopo passata la mezz’ora sigla la seconda rete con cui si chiude il primo tempo. Nell’intervallo si scuote la squadra ma il risultato, una volta tornati sul terreno di gioco del Castellani non cambia, anzi, peggiora: infatti Dionisi dopo tre minuti mette la firma sulla partita segnando il 3-0. Ma come abbiamo detto prima, all’Empoli non piace giocare una partita “semplice” e nel momento in cui qualunque persona avrebbe pensato che per i biancoazzurri non ci fosse più alcuna speranza, ecco che si accende la partita. Al 53’ sugli sviluppi di un corner Bardi la mette nella sua rete di schiena dopo che la palla aveva centrato il palo, ed ecco la svolta; perché da quel gol l’Empoli costruisce la sua rimonta. Subito dopo la rete del 3-1 doppio cambio per Vivarini: entrano Bennacer e Zajc; ma non sono loro l’asso nella manica di questa squadra. Mentre l’orologio scorre verso la fine della partita, si entra nel recupero, ben cinque minuti assegnati da Piccinini di Forlì, e qui avviene la “magia”: al 91’ Caputo accorcia le distanze con il gol del 3-2; magra consolazione per una sconfitta che sembrava inevitabile ma il Frosinone entra precedentemente negli spogliatoi e lascia gli ultimi quattro minuti nella completa disponibilità dei padroni di casa, che in questo lasso di tempo costruiscono il loro pari: all’ennesima discesa verso la porta di Bardi degli uomini di Vivarini, la retroguardia laziale spazza in calcio d’angolo e sugli sviluppi proprio di quest’ultimo calcio da fermo arriva il gol dell’insperato, dell’impensabile, dell’imprevedibile pareggio. Ed è di nuovo lui: Francesco Caputo a siglare il definitivo 3-3, dalla palla spizzata in mezzo all’area, in posizione regolare, l’attaccante toscano va con la punta sulla palla mentre cade a terra, a quel punto il pallone compie un giro strano sul quale Bardi non può interveire, e dopo essersi stampato sul palo alla sinistra del portiere gialloblu, rotola inesorabilmente in porta e da lì inizia la festa dell’Empoli che si riversa tutta sull’eroe di giornata Caputo. Semplicemente un punto d’oro.

Alla fine di questa entusiasmante gara ecco le dichiarazioni di Vivarini, più soddisfatto del cuore e della reazione dei suoi più che dell’approccio alla gara dall’inizio: «Abbiamo assistito ad una partita nel quale il Frosinone nel secondo tempo ha pensato solo a gestire la partita. Abbiamo giocato contro una grande squadra, abbiamo subito l’impatto della partita e la loro aggressività. Hanno fatto due gol casuali e poi ha fatto un gran gol Dionisi. Ieri lo avevo detto che sarebbe stata una partita giocata a viso aperto, noi abbiamo dato tutto. Non abbiamo mai mollato fino alla fine. Quando il Frosinone ha smesso, siamo venuti fuori. Gli ultimi minuti ho sofferto un bel po’. Il 3-0 avrebbe distrutto chiunque, noi abbiamo messo gente fresca in campo e siamo riusciti a rimontare. Quest’anno stiamo subendo molti gol, sto lavorando per cercare soluzioni. Non ho mai avuto questi problemi. C’è anche da dire che abbiamo qualità. Nel primo tempo abbiamo sofferto l’esperienza del Frosinone, nel secondo tempo abbiamo giocato solo 20 minuti, li abbiamo subiti. È la prima squadra che ci ha messo alle corde sotto l’aspetto fisico e del gioco. Speravo di riuscire a superare indenne il primo tempo mettendo giocatori più bravi tecnicamente, per poi inserire gente fresca. Chiaramente non sempre tutto riesce come si vuole. Il risultato era importante per continuare la nostra strata, c’è bisogno di partite, ma verremo fuori più avanti. Caputo? È un veterano di questa categoria, gli ho chiesto di dare aiuto a quelli più giovani. Anche sotto questo aspetto è un ragazzo importante, c’è solo da fargli i complimenti. Questo risultato vale come una vittoria».

EMPOLI – FROSINONE 3 – 3

Marcatori: 15′ e 33′ Ciano; 47′ Dionisi, 53′ Bardi aut., 91′ e 93′ Caputo.

Empoli (3-5-2): Provedel; Di Lorenzo, Simic, Veseli; Untersee, Lollo (54′ Bennacer), Castagnetti (54′ Zajc), Krunic, Seck (78′ Luperto); Caputo, Donnarumma. All. Vivarini

Frosinone (3-4-3): Bardi; Brighenti, Ariaudo (69′ Russo), Krajnc; Ciofani M., Gori, Maiello, Beghetto; Ciano (73′ Besea), Ciofani D., Dionisi (87′ Citro). All. Longo.

Arbitro: Piccinini di Forlì

Note: Ammoniti: 27′ Ariaudo, 36′ Caputo, 85′ Di Lorenzo.