Connettiti con noi

Azzurri

Falcao ricorda Paolo Rossi: «Mai stato un avversario, ma un amico»

Pubblicato

su

Falcao
Ascolta la versione audio dell'articolo

L’ex calciatore Falcao ha ricordato Paolo Rossi in una intervista a La Gazzetta dello Sport

Falcao, ex calciatore brasiliano, in una intervista a La Gazzetta dello Sport ha ricordato Paolo Rossi a un anno dalla scomparsa.

AMICO – «Non potevo mancare, per me Paolo non è mai stato un avversario, ma un amico». 

ITALIA-BRASILE ’82 – «Gli ho sempre detto che quel giorno ha segnato il suo unico gol da fuori area e che noi come minimo meritavamo di pareggiare perché eravamo più forti. Poi, però, quando Paolo ci ha eliminato ho tifato per l’Italia, perché con quella vittoria ha attenuato la nostra amarezza». 

RICORDO IN CAMPO – «Lo ricordo poco, perché lui non si vedeva mai e sbucava all’improvviso per segnare i suoi tipici gol, anticipando tutti. Ci siamo conosciuti bene quando ha smesso di giocare, e ha partecipato con noi alle partite delle leggende in giro per il mondo». 

CALCIO ITALIANO«Certo e ovviamente tifo sempre per la Roma. Ho visto la partita con l’Inter e purtroppo devo ammettere che non abbiamo giocato bene. Dico abbiamo perché mi sento sempre della Roma». 

MOURINHO«Bisogna dare tempo a Mourinho di lavorare, perché è appena arrivato e non si può pretendere di vincere subito». 

LOTTA SCUDETTO«Ho visto una bella Inter, ma anche il Napoli e l’Atalanta mi hanno impressionato e quindi sarà una bella lotta». 

JUVENTUS«E’ strano vederla in difficoltà. Mi fa piacere, però, che abbia debuttato il brasiliano Kaio Jorge, che prometteva molto bene nel Santos. Non gli si può chiedere di risolvere tutti i problemi, ma è importante per lui crescere nel campionato italiano, anche se nessuno sarà mai come Paolo Rossi. Perché soltanto lui poteva segnare tre gol al Brasile. E soltanto lui poteva radunare così tanti amici qui, in una giornata che gli sarebbe piaciuta perché lo abbiamo ricordato tutti con il sorriso. Anche se il suo era unico e indimenticabile».