Connettiti con noi

Calcio italiano

Conferenza stampa Italiano: «Vlahovic? Non vedo l’ora finisca il mercato» – VIDEO

Pubblicato

su

Fiorentina

Vincenzo Italiano ha parlato in conferenza stampa prima della sfida contro il Cagliari. Le parole dell’allenatore della Fiorentina

Vincenzo Italiano ha parlato in conferenza stampa. Le parole dell’allenatore della Fiorentina in vista della sfida contro il Cagliari:

CAGLIARI – «Abbiamo delle certezze in più. Dobbiamo migliorare tanto. Loro sono in grande crescita e lo hanno dimostrato nelle ultime prestazioni. Sono gare che temo sempre. Servirà la massima attenzione». 

DRAGOWSKI-TERRACIANO – «Gioca chi sta meglio. La gestione per me è uguale per tutti».

VLAHOVIC – «Il solito. Non cambia nulla per noi. Arriva da un rigore sbagliato, ma rimediato subito. Non vedo l’ora si chiuda il mercato». 

MALEH – «Sta crescendo, soprattutto a livello mentale. Il ragazzo sta maturando e lo dimostra come è entrato a Napoli. Deve restare umile». 

MERCATO – «Fatto quello che ci serviva. Ora la volontà è quella di ascoltare chi ha giocato meno. Abbiamo solamente voglia di dimostrare il nostro valore». 

FUORI CASA – «Per fare qualcosa di importante dobbiamo migliorare e cambiare passo anche fuori casa. La mentalità vincente dobbiamo averla anche lontano dalle mura amiche».

DI MARZIO – «Approfitto per fare le condoglianze alla famiglia».

APPROCCIO GARA – «Dobbiamo approcciare la gara come abbiamo fatto in tantissime gare, partendo fortissimo e tenendo in mano il pallino del gioco».

RENDIMENTO – «Siamo in un periodo positivo, tolto il ko di Torino. Abbiamo, però, reagito bene. Maturiamo e cresciamo gara dopo gara ì, non posso che essere contento fino ad ora. Non dobbiamo accontentarci». 

PIATEK-IKONE’ – «Siamo felici di averli a disposizione perché sono due professionisti esemplari. Dal punto di vista fisico stanno bene, ora vediamo se utilizzarli dall’inizio». 

ZURKOVSKI – «Sta facendo molto bene, ma ora non ci penso. In prospettiva è molto interessante». 

CAMPIONATO FALSATO – «Solo nell’ultimo mese è successo qualcosa per quel che riguarda i contagi. Di falsato non c’è nulla. Andiamo avanti e speriamo che questo periodo possa finire presto».