Fiorentina, Montella a Sky: «C’è grande amarezza»

© foto www.imagephotoagency.it

FIORENTINA MONTELLA PARMA – Queste le dichiarazioni rilasciate ai microfoni di Sky Sport da Vincenzo Montella, al termine della partita che la sua Fiorentina non è riuscita a vincere contro il Parma, a causa del gol segnato da Gobbi nel finale: «C’è grande amarezza, nel computo della partita ci sono state tante fasi. Nel primo tempo non abbiamo fatto bene anche grazie al grande lavoro del Parma, anche se noi abbiamo giocato sotto ritmo, mentre nella ripresa ho visto un’altra Fiorentina, con un altro passo e un altro gioco, tanto che credo che meritassimo di andare in vantaggio. Poi ci vuole esperienza per portare al termine queste partite, abbiamo provato a sfondare ancora quando potevamo anche gestire, e a pochi secondi dalla fine abbiamo preso questo gol. Si poteva dire che avevamo meritato la vittoria, invece il Parma ha portato a casa un pareggio, che potrebbe anche essere meritato. Avevamo in campo alcuni giocatori giovani che conoscono poco il calcio italiano. Il ritorno di Vargas? È sbagliato parlare dei singoli, per quanto riguarda Vargas posso dire che mi ha dato risposte positive in allenamento. Ora viene il difficile, perchè quando ritrovi qualcosa che credi di meritare è difficile confermare gli stimoli avuti fino a questa partita. Le condizioni di Rossi? Non ci ho parlato, domani farà gli accertamenti e vedremo. Peccato perchè era in ottima condizione fisica, stavo già pensando di non portarlo in Ucraina ma ora sarò costretto a farlo. Rebic? È un giocatore di grandi prospettive, è ancora prematuro aspettarsi qualcosa di grande da lui, ma le qualità si vedono e dovremo lavorarci sopra. La polemica con Mazzarri? Bisogna riportare bene delle cose, senza ometterne delle altre. Avevo parlato del fatto che Mazzarri aveva ottenuto il maggior numero dei risultati negli ultimi dieci anni, così come l’Inter a livello di club, parlando anche del monte ingaggi della società. Era un complimento nei confronti della squadra, Mazzarri l’ha presa come un’offesa ma non doveva esserlo, spero che ci chiariremo. Lui il mio telefono ce l’ha.»