La Francia supera la Spagna ed è campione d’Europa – 27 giugno 1984 – VIDEO

Il 27 giugno 1984, grazie all’ennesima rete di Michel Platini e al raddoppio di Bellone, la Francia supera 2-0 la Spagna ed è campione d’Europa

Quante volte nel mondo dello sport, e del calcio in particolare, si giudica un giocatore od una squadra in base ai successi ottenuti. Molte volte infatti si sentono le parole: «Bravo sì, però non è un campione, non ha mai vinto niente». Ecco è proprio quello che stava per succedere al gruppo che ha composto la Nazionale della Francia negli anni ’80, che nel 1982 si ferma solo alla Germania nella semifinale del Mondiale.

Il rischio di passare dalla parte sbagliata della storia però viene evitato la notte del 21 giugno 1984, grazie all’estro e alla fantasia di un giocatore con pochi eguali al mondo: Michel Platini. Si tratta della finale dei Campionati Europei, organizzati proprio in Francia, dove i padroni di casa arrivano all’ultimo atto trascinati letteralmente dalle 8 reti di Platini. L’ultimo ostacolo che si frappone tra loro e la coppa è la Spagna di Santillana.

La gara, come spesso succede in una finale, non è bellissima. Le grandi pressioni e la paura di perdere prevalgono e impediscono alle due squadre di esprimersi ai loro soliti livelli. Le furie rosse provano a rendersi pericolose, però non trovano il bersaglio grosso. Così, con il passare dei minuti, viene fuori il maggior tasso tecnico dei francesi. Verso la metà della seconda frazione viene fischiata una punizione dal limite di cui si incarica Platini.

La sua conclusione sotto la barriera non è irresistibile, ma il portiere Arkonada se la trascina in porta da solo: è 1-0 per la Francia. La reazione degli ospiti non arriva, nonostante la superiorità numerica  e dunque nel finale c’è tempo anche per il 2-0 di Bellone che chiude la partita. La Francia è dunque campione d’Europa.


Il contenuto video fa parte della serie web Almanacco del Calcio, prodotto da Sport Review srl.