Genoa, Ballardini: «Gli altri credono che non siamo bravi. Su Eboa…»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Davide Ballardini, allenatore del Genoa, ha commentato ai microfoni di Sky Sport la vittoria ottenuta contro il Bologna: le sue dichiarazioni

Davide Ballardini, allenatore del Genoa, ha commentato ai microfoni di Sky Sport la vittoria ottenuta contro il Bologna.

PRESTAZIONE – «Gli avversari credono che noi non siamo così bravi forse. Il Genoa oggi non ha fatto una buona partita, non era facile con questo campo e contro una squadra forte. Il Bologna però non ha avuto occasioni, sono bravi nella gestione. Il Genoa deve fare molto di più, però attenzione, serietà e impegno è il nostro merito».

IMPATTO – «La serenità è una conquista. Non è che vinci perché sei sereno, fai tanto e ottieni risultati e sei sereno, è una conseguenza di ciò che fai. Non abbiamo fatto una buona partita, forse la meno bella delle nostre, dobbiamo migliorare ma ci sono aspetti positivi. L’impegno, il voler essere squadra ma dobbiamo curare il possesso palla».

LERAGER – «Quando scelgo i calciatori è perché vedo così. Poi la partita dice alcune cose e cerco di correggerle».

EBOA – «Non era nella partita, non mi dimostrava di essere attento come bisognava essere. Se non entri bene in partita l’allenatore prende certe decisioni».

ERRORI – «Dobbiamo essere più bravI nella gestione della palla. Tanti minuti la palla la hanno gli altri, quando la hai tu devi avere più personalità, più soluzioni, perché è così. Il Genoa non deve fare queste partite, deve essere bravo a difendere ma altrettanto bravo quando ha la palla tra i piedi».

DESTRO – «È sempre stato un talento puro, in queste tre partite ha riposato col Sassuolo, ed è stato dentro la partita sempre. Questo era il limite che aveva, lui c’è sempre ora. Difende, lega il gioco, va in profondità: questo è il centravanti di grandissimo spessore».