Gioca l’Udinese, vince il Catania: decide la prima rete di Maxi Lopez

© foto www.imagephotoagency.it

1-0 al Massimino, rigore dell’argentino

SERIE A 12^ GIORNATA CATANIA UDINESE SINTESI – Scontro tra due squadre che non navigano certamente in ottime acque: i padroni di casa hanno già sostituito l’allenatore con cui hanno iniziato la stagione ed occupano attualmente il penultimo posto della classifica di Serie A, i friulani almeno attualmente hanno raccolto meno rispetto alle aspettative iniziali.

PRIMO TEMPO – Più convinto l’approccio alla gara da parte dei padroni di casa che tentano di sfondare sulle corsie laterali, l’Udinese almeno inizialmente si limita a contenere le iniziative avversarie grazie ad un centrocampo decisamente folto: di fatto Guidolin schiera in campo ben sei centrocampisti. La prima vera occasione non potrebbe che essere per il Catania: Keko fa il bello e il cattivo tempo sulla destra ed al 12’ minuto serve Castro sulla cui conclusione si oppone Brkic con un intervento prodigioso. Non si lascia attendere la risposta dei friulani: imbucata centrale di Lazzari e scatto felino di Muriel che per questione di centimetri non trafigge Andujar. Clamorosa anche la palla gol che capita sui piedi di Pereyra al 19’, l’argentino non sfrutta l’eccellente assist di Gabriel Silva: Udinese ora decisamente in partita, passa solo un minuto ed è Muriel ad avere un’altra chance per sbloccare la partita ma la battuta è debole. Sfida ora piena di occasioni da gol: è Lopez al 23’ a calciare verso Brkic ma la retroguardia friulana attutisce la conclusione, al 24’ minuto serpentina di Pereyra sul lato opposto con la palla che termina sul palo e dopo pochi istanti Heurtaux spreca clamorosamente a porta di fatto sguarnita. Partita dai ritmi folli: al 28’ incredibile errore di Keko a porta vuota, ben servito da Castro manda a lato con lo stadio che aveva urlato al gol. Al 30’ calcio di rigore per il Catania, decretato per trattenuta di Domizzi su Legrottaglie: si incarica della battuta Maxi Lopez e trafigge Brkic che aveva intuito la direzione del tiro. L’Udinese si riversa in attacco nel tentativo di recuperare il risultato, al 35’ minuto i friulani recriminano un rigore per fallo di mano non ravvisato da parte di Tachtsidis; allo scadere ottima sponda di Muriel e Fernandes si fa vedere per la prima volta dalle parti di Andujar. Prima frazione di gara frenetica: tante chance da una parte e dall’altra, l’Udinese avrebbe probabilmente meritato il pari ma va al riposo sotto di una rete.

SECONDO TEMPO – Si riparte con una sostituzione: Guidolin lascia negli spogliatoi un nervoso Domizzi e gli preferisce Naldo. L’Udinese si riversa con tutti i suoi effettivi nella metà campo catanese alla ricerca della rete del pari, il fattore della gara diventa Pereyra abile ad allargarsi sulla corsia mancina e saltare sistematicamente un Rolin decisamente fuori ruolo. Al 12’ minuto ci prova Fernandes dalla lunghissima distanza ma avrebbe potuto servire Basta in ottima posizione, dopo qualche istante ci prova Muriel in girata ma è Gyomber a deviare in corner. Al 18’ minuto un Catania oramai remissivo si riaffaccia dalla parti di Brkic con una debole conclusione del solito Maxi Lopez ma è l’Udinese a mantenere il timone delle operazioni: al 22’ secondo e clamoroso palo di Pinzi che scaglia un potente rasoterra dal limite dell’area di rigore, Catania graziato ancora una volta dai legni. Uomini di Guidolin che meriterebbero ampiamente il pareggio per la mole di gioco inscenata sia nel primo tempo e soprattutto nella ripresa, Catania di fatto rinunciatario nell’intero secondo tempo: è ancora Muriel al 40’ minuto a staccare di testa ma è attento Andujar nella risposta. Gli ospiti avrebbero meritato il pareggio ma tornano ad Udine a mani vuote, boccata d’ossigeno per gli uomini di De Canio.

Tabellino

Catania 1-0 Udinese

Catania (4-3-3): Andujar; Rolin, Legrottaglie, Gyomber, Capuano; Guarente (al 64’ Alvarez), Tachtsidis, Almiron (al 49’ Izco); Keko (al 71’ Leto), Maxi Lopez, Castro. A disposizione: Frison, Ficara, Spolli, Biraghi, Freire, Petkovic. Allenatore: Luigi De Canio

Udinese (3-5-1-1): Brkic; Heurtaux (al 61’ Nico Lopez), Danilo, Domizzi (al 46’ Naldo); Basta, Bruno Fernandes, Pinzi (all’84 Allan), Lazzari, Gabriel Silva; Pereyra; Muriel. A disposizione: Kelava, Benussi, Bubnjic, Widmer, Jadson, Badu, Douglas, Merkel, Zielinski. Allenatore: Francesco Guidolin

Marcatori: Maxi Lopez (C) 30’ rig.

Ammoniti: Catania – Guarente, Maxi Lopez; Udinese – Domizzi, Basta, Pinzi