Gotti promette: «Udinese, ti salvo. De Paul può essere la nostra guida»

Udinese Gotti
© foto www.imagephotoagency.it

Luca Gotti, tecnico dell’Udinese, ha parlato sulle pagine della Gazzetta dello Sport. Queste le parole dell’allenatore bianconero

Luca Gotti, tecnico dell’Udinese, ha parlato sulle pagine della Gazzetta dello Sport. Queste le parole dell’allenatore bianconero in vista della ripartenza del campionato.

GIOCATORI – «Fatti i debiti scongiuri, mi sembra molto buona. Ho visto professionalità. Si sono presentati in buone condizioni».

TORINO – «Innanzitutto, domani li guardiamo col Parma. Ma noi dobbiamo occuparci di noi stessi. Non posso pensare agli infortuni del Toro. Queste situazioni potranno capitare anche a noi».

NUOVO CAMPIONATO – «Con una rosa molto ristretta. Ho 18 calciatori di movimento. A gennaio, quando qualcuno è andato via per giocare di più, non immaginavamo un nuovo torneo in piena estate. Siamo pochi, ma abbiamo uno staff che pensa a tutto e le grandi attrezzature del club. Che aiutano».

CINQUE CAMBI – «In partenza dico che cinque sostituzioni stravolgono un po’ una squadra, il giocatore deve sempre pensare di avere i 90 minuti. Ma nelle 12 partite da affrontare possono essere di utilità».

ATTACCO STERILE – «Le dico che abbiamo lavorato praticamente solo su questo. Spero che in queste partite si raccolgano i frutti, avevamo già cominciato prima a insisterci. Non abbiamo mai tirato un rigore (anche se nell’amichevole col Brescia Lasagna lo ha sbagliato, ndr), lavoriamo su situazioni da palle inattive (tanto sui calci d’angolo) e proviamo tanto le punizioni. Calciano bene De Paul, Mandragora, ma pure Lasagna e Sema».

RICONFERMA – «Marino e Pozzo mi hanno riconfermato? Sono attestati di stima che fanno piacere. Io sto bene e ringrazio. Ma so che occorrono i risultati».

DE PAUL – «Giorno dopo giorno riscontro la sua grande professionalità. Invidiabile l’atteggiamento che ha. Non si risparmia. Può essere una guida, è maturato».