Connettiti con noi

Hanno Detto

Inter, l’economista Sottoriva: «Con i soldi di Bain, il debito non sale»

Pubblicato

su

Zhang

L’economista Claudio Sottoriva ha parlato della situazione finanziare dell’Inter con l’arrivo dei soldi del fondo Bain

Claudio Sottoriva, professore di Economia Aziendale alla Cattolica di Milano ed esperto nell’analisi dei conti calcistici, ha parlato a La Gazzetta dello Sport della situazione finanziaria dell’Inter con l’arrivo del fondo Bain.

FONDI«Se tecnicamente il prestito dovesse avvenire in questo modo, formalmente, l’Inter non si indebita ancora di più: non aumenta l’esposizione né verso i soci né verso i terzi visto che riceve i soldi dalla controllante (capogruppo che si indebita con Bain Capital). Ma, facendo un bilancio consolidato tra le due società (Great Horizon e Fc Internazionale) il debito e il credito si annullerebbero reciprocamente: è evidente che l’impegno finanziario di Suning, tramite il ‘veicolo’, aumenterebbe comunque. E l’effetto potrebbe essere uguale ad altri casi simili: si versano i soldi come finanziamento soci, poi si rinuncia al rimborso e l’importo viene contabilizzato nel patrimonio netto (in quel caso, si diventa a pieno titolo azionisti)». 

RISCHI«I rischi sono che, qualora Suning non dovesse riuscire a rispettare gli accordi e le scadenze prestabilite, Bain potrebbe essere costretta a rientrare del proprio credito attraverso l’esercizio del pegno sulle azioni del club. Cosa che abbiamo già visto al Milan con il fondo Elliot. Le dinamiche interne non sarebbero semplici: Suning avrebbe come socio un fondo che prima era semplicemente finanziatore. Bisognerebbe capire a quel punto cosa deciderà Bain, se puntare ad avere la maggioranza o meno». 

Advertisement