Juventus, John Elkann: “Andrea Agnelli sarà  presidente”

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo quasi cinquant’anni un Agnelli torna alla guida della Juventus. Quella che sembrava una suggestione si è trasformata in realtà : John Elkann, presidente di Exor e, da pochi giorni, della Fiat, in una intervista a La Stampa che uscirà  domani assegna la presidenza al cugino Andrea. Ã?«Andrea sarà  presidente della JuventusÃ?», dice Elkann. Per tutta la giornata la voce è rimbalzata sui forum e sui blog legati all’universo bianconero, e in serata è arrivata la conferma. Agnelli andrà  affiancare Jean Claude Blanc, attuale presidente, che sposterà  le sue competenze sulle questioni amministrative e di marketing.

Andrea Agnelli, trentaquattro anni, diplomato ad Oxford, bocconiano e tifosissimo della Juventus da sempre, porta in dote un cognome amatissimo dalla tifoseria e una passione per lo sport che l’ha portato ai vertici della Federgolf e al ruolo di amministratore delegato dell’esclusivo circolo immerso nel parco de La Mandria.

Ã?«La Juve rappresenta uno dei miei grandi affetti- così Agnelli in una delle ultime interviste rilasciate ad un quotidiano sportivo-, la seguo sempre. La Juve è geneticamente costruita per vincere. La vittoria è nel suo DnaÃ?». Andrea Agnelli e John Elkann , legatissimi alla Vecchia Signora, sono la coppia che i tifosi invocano da mesi per dare la scossa ad una squadra dal rendimento inferiore alle aspettative. A fine dicembre, insieme, avevano provato a dare entusiasmo e sostegno al club, con una visita a sorpresa a Vinovo. Ã?«In questo momento è particolarmente importante dimostrare il nostro attaccamento alla squadra e il pieno allineamento al progetto complessivo che sta portando avanti la società Ã?», così Andrea che, nella lunga storia tra la Juve e gli Agnelli andrà  a scolpire il suo nome accanto a quello del padre Umberto, presidente dal 1956 al 1962.

Ma quella di Agnelli non dovrebbe essere l’unica novità  perchè in arrivo ci sarebbero altre nuove sorprese in casa bianconera: con tutta probabilità  sarà  Beppe Marotta ad occuparsi della parte tecnica vestendo i panni del direttore generale, altro incarico attualmente detenuto da Blanc. L’attuale dg (e pure amministratore delegato) della Sampdoria la scorsa settimana era stato già  liberato da eventuali vincoli con i blucerchiati dalle parole del presidente doriano Garrone, che si era detto pronto a lasciarlo andare via nel caso di chiamata della Juventus.

Fonte | La Stampa