Lazio, Lotito minaccia: «Denuncerò agente Yilmaz»

© foto www.imagephotoagency.it

LAZIO LOTITO YILMAZ – È un Claudio Lotito particolarmente incavolato, quello che si scaglia contro l’entourage di Burak Yilmaz, reo di aver fatto saltare il trasferimento del centravanti turco alla Lazio. Il patron del club biancoceleste, come rivela ai colleghi del Corriere dello Sport, ha fatto capire di essere pronto ad adire a vie legali nei confronti dell’agente del bomber del Galatasaray, soprattutto per le richieste formulate dopo che la Lazio aveva raggiunto l’accordo con il club di Istanbul.

«Yilmaz non l’ho cercato io, mi è stato offerto. E’ successo il giorno di Ferragosto. A casa mia a Cortina d’Ampezzo si è presentato un intermediario. Mi ha detto: “Yilmaz vuole lasciare il Galatasaray ed è disponibile a venire alla Lazio”. Lo avevamo trattato un anno fa, è un giocatore forte che piace moltissimo a Petkovic e anche a Tare. Mi hanno detto: “Lo fai lo scambio con Hernanes?”. Ho chiarito subito il discorso, ho detto che il brasiliano non si sarebbe mosso, ma hanno insistito. “Yilmaz vuole la Lazio”. Di fronte a questa possibilità, era doveroso approfondire. E ho fatto le mie condizioni. Posso prenderlo, ho spiegato all’intermediario, se facciamo questo, questo e quest’altro. Come stipendio posso garantire 2,5 milioni di euro netti più i bonus. Se vi sta bene, andiamo avanti. Altrimenti lasciate perdere. Speravamo di farcela e il mondo del calcio è condizionato dagli agenti. Ne esistono di seri, ce ne sono altri che ti ricattano. E’ colpa di un sistema da cambiare. Sto lottando per rivedere le regole in Lega. Ho telefonato a Platini. Devono agire anche Uefa e Fifa. Ricordate cosa è successo con Felipe Anderson. Ma Esegel si prenderà una denuncia. Ne riparleremo.»

Questo il duro sfogo di Lotito, che dunque non ci sta a dover lottare, in ogni finestra di mercato, con gli avidi procuratori degli obiettivi della Lazio.