Lippi: “Anelka? La Juventus sa cosa serve”

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

LIPPI JUVENTUS ANELKA AGNELLI – Intervistato dai colleghi della Gazzetta dello Sport, Marcello Lippi ha toccato diversi temi. Oltre ai suoi impegni con il Guangzhou Evergrande, l’ex tecnico della Juventus ha parlato anche del nuovo arrivo in bianconero, quello di Nicolas Anelka, e ha voluto anche ricordare forse la figura più importante dei suoi anni a Torino: “L’arrivo di Anelka? La Juve sa cosa serve. Vedo i tifosi un po’ scettici, ma ha gran classe e forse gli servono stimoli. La Juve ha un gioco corale, totale, la fatica distribuita equamente: gli attaccanti pressano, rientrano e forse a volte non sono lucidi. Ecco perché da tempo è in cerca. Pogba? Una forza della natura, un predestinato. Geometrie, tiro forte, personalità. Mi sembra più importante da mezzala. L’Avvocato Agnelli? Personaggio unico: gli statisti mondiali lo avevano come punto di riferimento più dei politici. Ricordo la dolcezza dell’ultimo incontro, stava per morire. Chiamò me e Moggi per rivivere gli ultimi successi: senza capelli, sofferente, con una copertina di lana per il freddo, sul divano. Mi piace accomunarlo al Dottore a volte è stato oscurato dal fratello: era competente anche lui.