Connettiti con noi

Azzurri

Mancini verso le qualificazioni: «Non possiamo sbagliare, mi è dispiaciuto per la Juventus»

Pubblicato

su

Mancini

Il Commissario Tecnico della Nazionale Roberto Mancini è stato ospite della trasmissione 90º minuto. Le sue parole

Il Commissario Tecnico della Nazionale Roberto Mancini è stato ospite della trasmissione 90º minuto. Le sue parole.

QUALIFICAZIONI – «Si comincia e le partita vanno prese seriante. Sarà importante partire bene perché avremo dieci giorni duri con de trasferte».

JUVENTUS – «Le partite anche quando sembrano più facili del previsto poi possono andare in senso contrario. Mi è dispiaciuto per la Juventus».

RAGAZZI – «Per tutti i ragazzi il momento è buono ma stanno giocando molto e per questo sarà faticoso. Stanno facendo bene quelli del PSG, quelli del Chelsea, anche quelli in Italia. Ora però iniziano le qualificazioni e non possiamo sbagliare».

VEZZALI – «Gli faccio i complimenti perché ne ha bisogno. Ha carattere e conosce lo sport. E’ un’atleta che ha regalato tantissimo a Jesi».

STAFF – «Io credo che siano stati tutti molo importante. Da soli non si può fare nulla. lo staff è fondamentale non solo durante gli allenamento o le partite. A volte un giocatore parla più cin un allenatore in seconda che con il mister. Quando io ero a casa per il COVID, loro sono stati molto importanti».

VIALLI – «Per me è stato emozionante perché ha dimostrato l’amore per la Nazionale dando un bacio al pallone. Era un momento delicato per noi».

EUROPEO ITINERANTE – «Si potrà andare in alcune nazioni senza troppi problemi. Spero che l’Italia possa giocare con il pubblico. E’ stata una decisione presa anni fa».

PORTIERI A EURO 2020 – «Non abbiamo problemi con i portieri. Sono tanti e tutti i bravi. Scegliere il terzo sarà difficile».

CHIESA – «Nessun giocatore mi ha deluso. Qualcuno si è fermato come Sensi per problemi fisici ma noi contiamo molto su di lui. Chiesa è migliorato tantissimo negli ultimi due tre mesi ma si vedeva che fosse destinato a crescere. Giocando a certi livelli è normale crescere ancora».

MONDIALE – «Noi cercheremo di fare la miglior convocazione possibile. Sarà difficile perché tutti meritano di andare all’Europeo. Chi fa parte del gruppo dalla prima partita ha un vantaggio poi però entrano in gioco tanti fattori».

OUTSIDER – «Dimarco l’ho fatto debuttare io all’Inter mentre Toloi sta facendo molto bene e potrebbe essere interessante».

BARELLA – «Barella credo che sia uno dei migliori giocatori del campionato. Vale lo stesso discorso per Chiesa. Giocando ad un livello più alto è normale che si migliori».

ZANIOLO – «Può fare due o tre ruoli ma deve recuperare la condizione. Non possiamo rischiare di farlo giocare se non è in forma. Vediamo come starà nelle prossime settimane».

CENTRAVANTI – «Non sono preoccupato perché tra Belotti e Immobile hanno sempre fatto bene. E’ normale che possano attraversare un momento difficile ma abbiamo tante scelte».

MESSI – «Credo che ancora Messi sia il giocatore più forte al mondo. Ronaldo è sempre un grande giocatore e Mbappé sta venendo fuori. Diventerà fortissimo».

CR7 – «Il tempo passa per tutti, anche per loro. Messi l’altra sera a Parigi ha giocato benissimo e non mi sembra finito. Non saprei se la Juventus debba fare a meno di Ronaldo E’ un grande calciatore, a volte si può giocare meno bene ed è abbastanza normale».

COSTRUZIONE DAL BASSO – «Io credo che dipenda dalla squadra e dai giocatori. E’ fondamentale la qualità dei giocatori per far uscire la palla».

TECNICI – «Gli allenatori italiani sono tutti bravi. De Zerbi e Italiano stanno facendo tutti un ottimo lavoro. Inzaghi a Benevento sta lavorando bene. Sono tutti molto preparati».

COVID – «Spero che sin dall’inaugurazione l’Italia possa rinascere. Spero che si torna alla normalità Poi noi ce la metteremo tutta per vincere».